Alla tua salute


Il Poeta raccoglie i dolori e i sorrisi

e mette assieme tutti i suoi giorni

in una mano tesa per donare,

in una mano che assolve

perché vede il cuore di Dio.

Ma la città è triste

perché nessuno pensa

che i fiori del Poeta

sbocciano per vivere molto a lungo

per le vie anguste della grazia.


ALDA MERINI (1931-2009)

Alla tua salute, Alda

Published in: on novembre 1, 2009 at 18:35  Comments (2)  
Tags: , , , ,

Guarda

Guarda

Non ho in mente

un arcobaleno

Non ho niente

fra le dita


Ma se tu lo vuoi

ho tre girasoli

nel petto


Pierluigi Ciolini

Published in: on novembre 1, 2009 at 11:59  Comments (2)  
Tags: ,

Ho sognato di te come si sogna della rosa e del vento


Ed ero tuo servitore
La mano per il bastone, la faretra
Ero la falda del tuo cappello
Il cedro davanti casa, l’ombra del lupo
E dell’agnello
Ero il silenzio degli ulivi
Il riposo della pietra, l’onda dell’orzo
E i suoi capelli fini
Ero una bestia ammansita
All’angolo del cortile
E tu un pomeriggio di cicale
E di non far nulla
Ho sognato di te come si guida il respiro
Senza teoria, né volontà
Come cade la mela pesante
Come si guarda un vecchio
E la sua vita
Che trema
Ho sognato di te, come amo le tragedie
Lo sciame sismico che scuote il cuore
Fermato
Il disordine che lascia l’inverno
E la voglia di ricominciare
A perdersi, nell’amore

Massimo Botturi

Published in: on novembre 1, 2009 at 11:53  Comments (4)  
Tags: , ,