Nei giorni a venire

Ape 

 se mi faccio la notte
ubriaca
dei giorni a venire
(e ci credo)
ché la noia non prolifichi i suoi battiti
senza essere il profeta di me stessa

forse arriverà la pioggia d’estate
che allieta la terra e l’uomo
questa terra malata dalla fretta
e il consumismo di piazzare d’Ogni ragione
l’insano sacrificio.

E saprò inventare il mio piccolo grande albero
e i sogni di plastica
confinati in otri di non appartenenza
così che il sudore delle spalle
cederà alle fatiche
e l’erba dei prati ancora verdi
bacerà le mie carni

sentire anche il puzzo dei campi la mattina
dentro un’alba dai mille volti
vena d’oro nelle pupille in festa

adesso l’ape alla sua cella va
e il miele.

Beatrice Zanini

Published in: on novembre 19, 2009 at 08:31  Comments (3)  
Tags: , , , ,

Un vento nero

Un vento nero fa frusciare le foglie
che respirano confuse
e una rondine, tremando,
nel cielo oscuro traccia un cerchio.

Il crepuscolo che avanza
discutendo in silenzio
nel mio cuore tenero e morente
con il raggio che per ultimo sparisce.

E sopra il bosco quando fa sera
s’alza una luna di rame;
perché mai così poca musica,
perché mai un tale silenzio?

 

OSIP ĖMIL’EVIČ MANDEL’ŠTAM


Published in: on novembre 19, 2009 at 08:30  Comments (1)  
Tags: , , , ,

Ribellione


Non sono di quelli
che sono voce d’incanto
sussurrante alla giovane
nella penombra
la vaga bellezza
che starà nei suoi sogni.
Né sarò partecipe nel dolore
di coloro che lievitano rabbia
di una vita malamente tradita
Ma sono di quelli che
accerchiano raffiche
e stanan bufera
strappando collare
sono di quelli
che modellano
luce per chi la ricerca
con fresco parlato
di mare, si, vicino.

Tinti e Marcello

Published in: on novembre 19, 2009 at 08:30  Comments (6)  
Tags: , , , ,

Ribaltamento

Buco

È solo ad esserne capaci
scindere e capovolgere le cose e stare
dove ogni lembo di pensiero,  ogni
concetto è quello che tu vuoi
e vedere
svolgersi trame mai previste e mai
neppure immaginate, il cielo capovolto
il mare un buco
nel centro delle nuvole, il silenzio
dardeggiare di musica e colori, e tu,
disciolta, solo una bava d’anima a impregnare
della tua non essenza
il non ancora…

Cristina Bove

Published in: on novembre 19, 2009 at 08:28  Comments (7)  
Tags: , , , ,

…Tanti baci

E tornerà l’ era dei suoni perduti,
rivivrà un giorno l’ intesa silente
e il letto del torrente rivedrà,
il profilo mosso dell’ uomo chino.

Bacia la terra, Cavallo pazzo
Lei seme, lei madre, lei fonte e consiglio.
Bacia la terra, figlio di Sparta
Lei cruda, lei erta, lei filtro del meglio.

Bacia la terra, pittore ingrato
Lei vera, odorosa, lei tuono ed uggiosa
Bacia la terra, indice teso
Lei giudice e attesa, lei ultima sposa.

Bacia la terra, nuvola irosa
lei pianto, lei diga, lei spugna mai paga
Bacia la terra, bambino mio
lei corsa, lei fango, lei buio, lei strega

Come sangue, nelle vene della terra,
percorriamo i nostri sentieri,
come sangue ci tuffiamo, dalle sue ferite.
Come sangue impetuosi, corriamo al cuore.

Bacia la terra, barbuto saggio
Uomo, escremento, saremo tutt’uno
Il mio bacio alla terra, compagni di viaggio
navigherò il vento, m’incarnerò in Nessuno.

Flavio Zago

Published in: on novembre 19, 2009 at 08:26  Comments (4)  
Tags: , , , , , ,

Caro cuscino

Caro cuscino
la sera stanca affonda
nel tuo cuore
morbido
di piume e di speranze,
isoletta incantata
in mezzo al mar d’affanni
dove l’onde si placano,
i sospiri del fondo
vengono a galla
come bollicine,
si condensano
in gocce di silenzio.

Giuseppe Stracuzzi

Published in: on novembre 19, 2009 at 08:24  Comments (5)  
Tags: , , ,