Un vento nero

Un vento nero fa frusciare le foglie
che respirano confuse
e una rondine, tremando,
nel cielo oscuro traccia un cerchio.

Il crepuscolo che avanza
discutendo in silenzio
nel mio cuore tenero e morente
con il raggio che per ultimo sparisce.

E sopra il bosco quando fa sera
s’alza una luna di rame;
perché mai così poca musica,
perché mai un tale silenzio?

 

OSIP ĖMIL’EVIČ MANDEL’ŠTAM


Published in: on novembre 19, 2009 at 08:30  Comments (1)  
Tags: , , , ,

The URI to TrackBack this entry is: https://cantierepoesia.wordpress.com/2009/11/19/un-vento-nero/trackback/

RSS feed for comments on this post.

One CommentLascia un commento

  1. Osip è grande poeta ridotto al silenzio da Stalin per aver cercato di difendere la’utonomia dell’arte da ogni potere.Muore in un lager presso Vladivosstok e più tardi sarà riabilitato ,troppo tardi.Scrive ,rinchiuso, un pensiero che trovo emblematico e bellissimo”a cantare davvero /e in pienezza di cuore/ finalmente/tutto il resto /scompare:non rimane/che spazio ,stelle e voce.
    Tinti


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: