Spoglio

 

 

Quando si torna
alla casa
dopo la guerra
nel tragitto
si lasciano
per strada
borracce di vento e sabbia
stracci di sangue e melma
armi e pastrano
si gettano nel fiume
pezzi di te divelti e
ormai carne ammuffita
si scavano fosse
di ricordi e il male
scorre nelle viscere
della tua terra amata.
Sei spoglio uomo
ma quell’orrendo
calpestio di passi
dentro il cuore
di vestigia di volti
e occhi spauriti
quello rimane.

Tinti Baldini

Published in: on novembre 27, 2009 at 07:44  Comments (6)  
Tags: , , , , ,

Fiume Sand Creek

Si son presi il nostro cuore sotto una coperta scura
sotto una luna morta piccola dormivamo senza paura
fu un generale di vent’anni
occhi turchini e giacca uguale
fu un generale di vent’anni
figlio d’un temporale

c’è un dollaro d’argento sul fondo del Sand Creek.

I nostri guerrieri troppo lontani sulla pista del bisonte
e quella musica distante diventò sempre più forte
chiusi gli occhi per tre volte
mi ritrovai ancora lì
chiesi a mio nonno è solo un sogno
mio nonno disse sì

a volte i pesci cantano sul fondo del Sand Creek

Sognai talmente forte che mi uscì il sangue dal naso
il lampo in un orecchio nell’altro il paradiso
le lacrime più piccole
le lacrime più grosse
quando l’albero della neve
fiorì di stelle rosse

ora i bambini dormono nell letto del Sand Creek

Quando il sole alzò la testa tra le spalle della notte
c’erano solo cani e fumo e tende capovolte
tirai una freccia in cielo
per farlo respirare
tirai una freccia al vento
per farlo sanguinare

la terza freccia cercala sul fondo del Sand Creek

Si son presi il nostro cuore sotto una coperta scura
sotto una luna morta piccola dormivamo senza paura
fu un generale di vent’anni
occhi turchini e giacca uguale
fu un generale di vent’anni
figlio d’un temporale

ora i bambini dormono sul fondo del Sand Creek

FABRIZIO DE ANDRE’


Prima che il gallo canti


Si prega nei deserti
offrendo controluce
la luna nel grigiore

al sorgere del giorno
se le grate d’un tempio
rendono prigionieri di sé stessi
non mi resta che andare.

Nel mio giardino Zen
mescolo il sale
all’oro della sabbia
ne faccio dono all’anima
del mondo

Cristina Bove

Published in: on novembre 27, 2009 at 07:39  Comments (6)  
Tags: , , , , ,

Giovanna

 

 
Giovanna non è bella
Giovanna cerca un uomo
Giovanna ha nel cuore
la magia del perdono
Giovanna non capisce
l’uomo che tradisce
Giovanna non è bella
Giovanna cerca amore
Giovanna ha nel cuore
 il ricordo del dolore
Giovanna ha notti umide
che passa ad asciugare
con le foto di un giornale
ritagli di una vita sognata
Giovanna non sa far male
regala i suoi sogni di bambina
a chi le regala un’ illusione
Giovanna non ha un uomo
che del suo cuore sia padrone
Giovanna ha i suoi giorni
di nuvole bianche e rosa
sogna un uomo che la sposa
Giovanna sente passare
sui binari dei suoi anni
il treno dell’amore
Il treno si allontana
Giovanna sorride e canta
mentre lava e stende panni

Claudio Pompi

Published in: on novembre 27, 2009 at 07:33  Comments (7)  
Tags: , , , , , ,

La mia anima

 
 
Anima mia ancor non ti conosco
eppure molto so di miei riscontri
a nudo messi nell’andar degli anni;
 
di questa luna eterna ingenua spia   
che piena o mezza a volte m’è compagna
quando le notti sbrinano amarezza;
 
di certe stelle scelte tra le tante
dotate di carezze raso pelle
se brividi trattengon mille stille;
 
di mar che tue sembianze spesso assume
per essere da me legittimato
a far da specchio alle continue brame.
 
Sarà paura o forse negligenza,
sarà che vita mescola le carte,
non son capace, no, d’entrarti dentro.
 
Catturami col mezzo più efficace…
 
Se vuoi, usa tranelli d’ogni specie.
Prova col gioco della mosca cieca,
io mi nasconderò per esser preso.

Aurelio Zucchi

Published in: on novembre 27, 2009 at 07:30  Comments (3)  
Tags: , , , , ,