Assenze


il vento riposa stamani
tengo a bada i miei muscoli
così che la morte non allenti le sue spire
o forse è solo l’idea di morire
che spaventa il pensiero dell’uomo
.  .  .  .  .  .
ma oggi c’è un sole gentile
balbetta sulla mia spalla
che senza pudore celebra un caldo
inaspettato
e i pensieri covano il piacere
di farsi strumento
nessuna pretesa o moina di parte
solo l’attimo confessato
e di me
spoglio l’ombra
– s’accende improvvisa una pelle di donna –

Beatrice Zanini

Published in: on dicembre 19, 2009 at 07:43  Comments (3)  
Tags: , , , , , ,

Chiedo scusa se parlo di Maria

Chiedo scusa se parlo di Maria
non del senso di un discorso, quello che mi viene
non vorrei si trattasse di una cosa mia
e nemmeno di un amore, non conviene.

Quando dico “parlare di Maria”
voglio dire di una cosa che conosco bene
certamente non è un tema appassionante
in un mondo così pieno di tensione
certamente siam vicini alla pazzia
ma è più giusto che io parli di

Maria la libertà
Maria la rivoluzione
Maria il Vietnam, la Cambogia
Maria la realtà.

Non è facile parlare di Maria
ci son troppe cose che sembrano più importanti
mi interesso di politica e sociologia
per trovare gli strumenti e andare avanti
mi interesso di qualsiasi ideologia
ma mi è difficile parlare di

Maria la libertà
Maria la rivoluzione
Maria il Vietnam, la Cambogia
Maria la realtà.

Se sapessi parlare di Maria
se sapessi davvero capire la sua esistenza
avrei capito esattamente la realtà
la paura, la tensione, la violenza
avrei capito il capitale, la borghesia
ma la mia rabbia è che non so parlare di

Maria la libertà
Maria la rivoluzione
Maria il Vietnam, la Cambogia
Maria la realtà.

Maria la libertà
Maria la rivoluzione
Maria il Vietnam, la Cambogia
Maria la realtà
Maria la realtà
Maria la realtà.

GIORGIO GABER


Dicembre

Fiocchi di neve
cadono
soffici si posano
coriandoli di  carnevale
Vialetti colmi
di gente
ricordi.. speranze…
alberi spogli
in cerca di
nuova giovinezza.
Dicembre
paese in festa che
m’accarezza il cuore.

Annalisa Savarese

Published in: on dicembre 19, 2009 at 07:14  Comments (7)  
Tags: , , , , ,

Moquette


A h!  accattivante  acherontica
B ambagiosa  bassa  bouclé
C he  cosa  costa  comprarti
D annato  divano  dovizioso!
E sotericamente  eccitante
F asci  finitamente,  frufrù
G rondante  grassi  ghiribizzi
H i hi,  harem  hascemiti
I ncuriositi  impudichi,
L iricamente  lallerante!
M oquette,  millantatrice  moquette,  mercenaria  moquette
N ascondente  nude  nàiadi
O ttomane  orichiomate,  osa
P rendere  piccole  parole  pop
Q uarantasette,  quatton  quattoni
R imale  rigogliosa  rimescolandole
S intatticamente:  sortiranno  strip-
T ease,  tintinnanti  tmesi  tentatrici
U briacanti!  Urge  urlare  “urbi et orbi”
V eterovoglie,  Vati,  volare vaneggianti:
Z ampilleranno  zuzzurelloni  zèffiri  zaffiri!

Sandro Sermenghi

Published in: on dicembre 19, 2009 at 07:02  Comments (4)  
Tags: , , , , ,

Ora

L’ignota inquietudine
a tratti m’assale
sollevando
la polvere di ancestrali paure.
Lenti veleggiano
al mattino
sul mare tenebroso
i vascelli dell’anima.
Lieve la mano del dolore
mi accarezza
in quest’ora di luce
ialina.

Nino Silenzi

Published in: on dicembre 19, 2009 at 06:55  Comments (2)  
Tags: , , , , , ,