Insenatura naturale

Come vorrei  poggiare il capo
nell’incavo del tuo braccio
come barca all’approdo
gettare  l’ormeggio
e trovar riparo
come vorrei
la quiete
con te
qui.

Anna Maria Guerrieri

Published in: on gennaio 2, 2010 at 09:55  Comments (8)  
Tags: , , , ,

Bugie

Sono messaggere scalze
che attraversano le notti del cuore,
sono pietose viandanti
che offrono ciotole d’acqua
ai caduti in battaglia nell’ultima ora.
Sono le bugie, effetti collaterali della vita:
nascondono il volto per amore
e vanno a morire lontano.

Il Cantiere

Published in: on gennaio 2, 2010 at 07:44  Lascia un commento  
Tags: , , , , , , , , , , , ,

Carillon

Si, ciò che vedi risponde a verità:
piegato sui ginocchi non sono Medjugorie,
nemmeno il rabdomante di Creta
un elfo
un dio.
Ma il ragazzino andato a bottega,
ultima fila, la scatola del latte
su in alto
in punta dita.
Sono il libretto inciso del debito perenne
la strada verso il buio improvviso
e un’altra strada
il passo falso e il tutto versato.

E poi mia madre
che trova me riverso nel sangue della neve.

E quel che vedi è come un tic tac
un carillon
la storia che ritorna a vestirmi di quaggiù
di maglie regalate a Natale
e date via, qualche stagione dopo
a chi viene dopo me.

E quel che vedi è il sole negli occhi
la palla alle robinie, sgonfiata
lei che va
braccetto alle sue amiche, a ridere di me.

È questa stanza in cima alla via, i prati
poi.
La vecchia col bucato che vive ancora un po’
piena di guai e dolori
di freddo
di poesia: ché ha un nido sulla testa
lo vedo solo io.

Massimo Botturi

Published in: on gennaio 2, 2010 at 07:22  Comments (5)  
Tags: , , , , , , , , , , , , ,

Libera libertà

Libera libertà che baldanzosa
con spocchia senza limiti svolazzi
perdendo in ogni dove ogni creanza
e disonestamente ti sollazzi,
che possa tu e chiunque in cuor t’accoglie
cader prostrata e senza dignità
con tutte le lusinghe e le tue voglie
schiacciata dalla Vera Libertà.

Armando Bettozzi

Published in: on gennaio 2, 2010 at 07:16  Comments (4)  
Tags: , , , , , ,

L’eternità

L’ETERNITE’

Elle est retrouvée.
Quoi ? – L’Eternité.
C’est la mer allée
Avec le soleil.

Ame sentinelle,
Murmurons l’aveu
De la nuit si nulle
Et du jour en feu.

Des humains suffrages,
Des communs élans
Là tu te dégages
Et voles selon.

Puisque de vous seules,
Braises de satin,
Le Devoir s’exhale
Sans qu’on dise : enfin.

Là pas d’espérance,
Nul orietur.
Science avec patience,
Le supplice est sûr.

Elle est retrouvée.
Quoi ? – L’Eternité.
C’est la mer allée
Avec le soleil.

§

È ritrovata.
Che cosa? L’Eternità.
È il mare andato
col sole.

Anima sentinella,
mormoriamo la confessione
della notte così nulla
e del giorno infuocato.

Dagli umani suffragi,
dagli slanci comuni
là ti liberi
e voli a seconda…

Poiché soltanto da voi,
o braci di raso,
il dovere si esala
senza che si dica: finalmente.

Là, nessuna speranza,
nessun orietur.
Scienza con pazienza,
il supplizio è sicuro.

È ritrovata.
Che cosa? L’Eternità.
È il mare andato
col sole.

ARTHUR RIMBAUD

Published in: on gennaio 2, 2010 at 07:09  Comments (4)  
Tags: , , , , , , , , ,