Sottovoce

La fiamma di una candela
sottovoce parlando
rischiara
coi timidi gesti il silenzio,
con gli occhi sospesi
il soffitto accarezza,
coi passi leggeri
la stanza trascorre,
la mano del buio che copre
le ombre nascoste
addolcisce, commuove
lo sguardo che sente nel cuore
il respiro che sfiora
la fiamma…
un pianto di cera consuma
fino all’ultima cera
la fiamma.

Giuseppe Stracuzzi

Published in: on gennaio 11, 2010 at 07:18  Comments (4)  
Tags: , , , , , , , ,

Così anche con me

Perfino la flotta rientra al porto.

Perfino il treno corre verso la stazione.

E io verso di te ancor più,

perché io amo,

sono proteso e attirato.

Il cavaliere avaro di Puskin scende

ad ammirare e frugare nei suoi sotterranei.

Così io

ritorno a te, o amata.

Mio è questo cuore:

lo ammiro.

Voi tornate a casa contenti.

Vi raschiate la sporcizia,

radendovi e lavandovi.

Così io

ritorno a te,

e andando

verso di te,

non vado forse a casa?!

Il grembo terrestre i terrestri accoglie.

Noi torniamo alla nostra meta finale.

Così io

verso te

Inesorabilmente tendo,

anche appena separati,

e persi di vista appena.

VLADIMIR VLADIMIROVIČ MAJAKOVSKIJ (da “Amo”)

Il manovratore

E se il dolore scava stazioni alle tue guance
devi sapere nulla è perduto:
qui è l’orario
che il fischio annuncia ancora perfetto;
ho già il cappello
la lampada che oscilla
e l’invidia per gli uccelli.
Ed un curioso uguale ai vent’anni
per le gambe
le tue, che adoperavi a conoscermi una donna
scoperte dal vestito dei giorni di lavoro
ginocchia contro il freno
bottoni mal cuciti.

Massimo Botturi

Published in: on gennaio 11, 2010 at 07:09  Comments (4)  
Tags: , , , , , , , , ,

Balzi di coraggio

Incomprensibilmente ci sorprende
e sul pensiero s’abbarbica lesta
la perentoria eccentrica fretta
di tralasciare la pigra natura

persecutrice severa di slanci
di quelle voglie sopite, di foghe
che nella titubanza del respiro
perdono l’impeto là, dove cade

l’irresoluto andare dell’uomo.

Daniela Procida

Published in: on gennaio 11, 2010 at 07:09  Comments (2)  
Tags: , , , , , , ,

Non ho ancora


Non ho ancora i miei semi
E già penso al colore dei fiori
E al gusto dei frutti
Ancora non c’è una nuvola
E già ho paura dei tuoni
Ancora non vedo bellezza
E già celo la mia invidia
Così viaggia la mia mente
Ovunque trova ciò che le serve
Per ossessionarmi – spaventarmi
Oppure darmi quei dolci attimi
Che la realtà non riesce a trovare

Nicole Marchesin

Published in: on gennaio 11, 2010 at 07:00  Comments (8)  
Tags: , , , , , , ,