Non è facile


Non è facile contare i giorni
quelli che non finivano mai
oppure finivano troppo in fretta
Eri un amore senza misura
eri il fuoco di anima pura.
esagerata come una notte
senza luce ma piena di stelle
quelle che senza misura
cadevano sulla tua pelle
Non era facile contare gli alberi
dal treno che da te mi portava
Ora che tutto è finito conto
i passi che diversi sono dai tuoi
quelli che non sentivo mai
distratto dalla tua presenza e
che solo adesso fanno rumore
Non è facile contare i giorni
quelli che non verranno
li conterò ad uno ad uno
non ho niente da fare ora
se non pensare ai miei guai
che fanno rumore e assordano
senza tregua e rispetto del cuore
Li conto e non finiscono mai
li conto e li lascio scappare.
Tu sei uno dei miei guai
quello che per sempre ora vorrei
ma che non avrò mai.

Claudio Pompi

Published in: on gennaio 15, 2010 at 07:32  Comments (5)  
Tags: , , , , , , , , , , , ,

Quel colore

Il grigio sottobraccio
già da un pezzo
e suona la campana
ma l’orecchio sgama
gli fa difetto
e al primo allarme in corpo
sgancia il doppiopetto
in falsocuore

e Caronte avanza una moneta
che non so trovare
nelle tasche buche
di stagione andata.

Il grigio non mi piace
è l’ombra che seguita i miei passi
l’agguato che ruba i respiri
che nascondo

e la scoloro ogni volta
che saccheggia per intero
la figura
i tratti ripescati con il trucco
i miei contorni a modo

in prospettiva di nuovo metro
la contengo scala minima
per non farmi staccare
il mezzo gaudio almeno.

Beatrice Zanini

Published in: on gennaio 15, 2010 at 07:29  Comments (4)  
Tags: , , , , , , , , ,

Quante donne

Quante donne belle ci sono al mondo
quante belle ragazze
s’affacciano sulle terrazze della città

Contemplale vecchio
contemplale e mentre da un canto i tuoi versi
si fanno più tersi e lucenti
dall’altro
devi contrattare cercando di tirarla in lungo
con la morte che ti sta accanto.

NAZIM HIKMET

Published in: on gennaio 15, 2010 at 07:22  Comments (3)  
Tags: , , , , ,

Andava

Andava per i vicoli tortuosi
visitava gli infermi
e i detenuti,
coi piedi scalzi
tra coltelli e chiodi
cuciva i bordi
ed i frantumi franti,
parlava
con il cuore
sulla mano,
diceva ai ricchi fate carità…
lo misero in croce.

Giuseppe Stracuzzi

Published in: on gennaio 15, 2010 at 07:08  Comments (3)  
Tags: , , , , , , , , ,

Gara con il tempo


Il tempo
non si stanca
mai.
La gioventù
lo rincorre
lo raggiunge
lo supera,
ma lui
mantiene
il suo passo
e quando la vecchiaia
inizia a perdere
il fiato
si fa sempre
più vicino,
fino a tagliare
inesorabilmente insieme
il traguardo.

Gian Luca Sechi

Published in: on gennaio 15, 2010 at 07:00  Comments (5)  
Tags: , , , ,