Non essere

Non essere come l’Estate
Che veste le sue Solitudini
Di fiori sbocciati

Sii per me l’Inverno
Che fa delle sue Silenziose
Nudità
Le verità che ascolterò
Chiudendo gli occhi

Nicole Marchesin

Published in: on gennaio 26, 2010 at 07:33  Comments (4)  
Tags: , , , , , ,

In questa notte di luna

Non voglio più che siano silenzi
i fiori appesi al tuo braccio

e che lontani tacciano
i sentieri antichi

l’autunno incalza
staccando foglie senza far rumore

come pagine di un calendario
che giorno dopo giorno perde spessore

dimmi di te e delle tue voglie
di quello che sei se non mi hai vicino

parlami – parlami – senza ritegno
solo tacendo mi perderai al mattino.

Anna Maria Guerrieri

Published in: on gennaio 26, 2010 at 07:20  Comments (6)  
Tags: , , , , , , , ,

Abele e Caino

ABEL ET CAÏN

Race d’Abel, dors, bois et mange;
Dieu te sourit complaisamment.

Race de Caïn, dans la fange
Rampe et meurs misérablement.

Race d’Abel, ton sacrifice
Flatte le nez du Séraphin!

Race de Caïn, ton supplice
Aura-t-il jamais une fin?

Race d’Abel, vois tes semailles
Et ton bétail venir à bien;

Race de Caïn, tes entrailles
Hurlent la faim comme un vieux chien.

Race d’Abel, chauffe ton ventre
A ton foyer patriarcal;

Race de Caïn, dans ton antre
Tremble de froid, pauvre chacal!

Race d’Abel, aime et pullule!
Ton or fait aussi des petits.

Race de Caïn, cœur qui brûle,
Prends garde à ces grands appétits.

Race d’Abel, tu croîs et broutes
Comme les punaises des bois!

Race de Caïn, sur les routes
Traîne ta famille aux abois.

Ah! race d’Abel, ta charogne
Engraissera le sol fumant!

Race de Caïn, ta besogne
N’est pas faite suffisamment;

Race d’Abel, voici ta honte:
Le fer est vaincu par l’épieu!

Race de Caïn, au ciel monte,
Et sur la terre jette Dieu!

§

Razza d’Abele, dormi, bevi e mangia;
Dio ti sorride compiacente.

Razza di Caino, striscia nel fango
e muori miseramente.

Razza d’Abele, il tuo sacrificio
sfiora il naso del Serafino!

Razza di Caino, il tuo supplizio
potrà aver mai una fine?

Razza d’Abele, guarda prosperare
le tue greggi e i tuoi raccolti;

Razza di Caino, le tue viscere
urlano la fame come un vecchio cane.

Razza d’Abele, riscalda il tuo ventre
al tuo fuoco patriarcale;

Razza di Caino, nel tuo antro
trema di freddo, povero sciacallo!

Razza d’Abele, ama e riproduciti!
anche il tuo oro genera prole.

Razza di Caino, cuore che brucia,
guardati dai grandi appetiti.

Razza d’Abele, tu cresci e ti nutri
come la cimice dei boschi!

Razza di Caino, la tua famiglia
trascini tra gli stenti.

Ah! razza d’Abele, la tua carogna
ingrasserà il suolo fumante!

Razza di Caino, la tua missione
non è ancora completa;

Razza d’Abele, ecco la tua onta:
la spada vinta dallo spiedo!

Razza di Caino, scala il cielo,
e scaglia Dio sulla terra!

CHARLES BAUDELAIRE

L’altra vita

Slegata da un film
catturata in sogno
e addormentata
nel dubbio.
Tra le inesistenze
delle tinte
mai vissute.
Tra incompiuti gesti
mai desiderati.
Cuciti soltanto
da infiniti se.

Glò

Published in: on gennaio 26, 2010 at 07:11  Comments (5)  
Tags: , , , , ,

NON SO

Non so come

possiamo fare notte

se la notte è attorno

anche di giorno.

Tinti Baldini

Published in: on gennaio 26, 2010 at 07:10  Comments (7)  
Tags: , , ,

Viaggi


Viaggi di trincea
sui corrimano di filo spinato,
feriscono i palmi sgusciati fuori
e i talloni slittano
sui passi ignoti:
cavi di metallo sulle teste
rase al bulbo,
si profilano le ombre
della notte e dei silenzi
e la terra sembra un manto
sordo.
E allora osi
con la pelle tutta,
e sposti il buio con la gamba
impacciata di vergogna,
divaricando la paura
smetti il minimo
e ti senti donna.

Beatrice Zanini

Published in: on gennaio 26, 2010 at 07:09  Comments (2)  
Tags: , , , , , , , , , ,