La terra trema

“Chi non è mai stato nelle foresta cilena, non conosce questo pianeta. Io sono andato via da questo posto, da questi silenzi, per andare cantando nel mondo.”

PABLO NERUDA

Credo di interpretare le intenzioni di tutti i nostri amici poeti rivolgendo un pensiero al popolo cileno che in questo momento sta attraversando l’ennesima martoriata vicenda della sua storia.  Anche se le proporzioni della tragedia non sono apocalittiche come quelle del recente terremoto di Haiti, la distruzione è stata grande e le vittime sono comunque tantissime. Come sempre capita in queste occasioni, sul dolore e lo scoraggiamento prevale  però la certezza che questa gente generosa, come ha saputo provare in tanti drammatici frangenti, avrà la forza e la dignità necessaria per risollevarsi, quella stessa forza e quella dignità che anima le pagine dei suoi grandi poeti.

Published in: on marzo 1, 2010 at 18:33  Comments (9)  
Tags: , , , , , ,

The URI to TrackBack this entry is: https://cantierepoesia.wordpress.com/2010/03/01/la-terra-trema/trackback/

RSS feed for comments on this post.

9 commentiLascia un commento

  1. Sono lì a tremare con te, mio fragile paradiso, amata terra, oceano madre canto possente che tutto sovrasti, ora chiami e reclami risposta dai tuoi figli poeti e dagli unici testimoni muti e immutati di tanta tragedia: tu cielo azulado y tus brisas que te cruzan tambièn
    Kinita

  2. Come non sentire l’urlo dignitoso di chi fin da piccolo (come mi spiegava Kinita)è preparato al peggio e vive costantemente nella paura ma mostra alto il capo sempre.Grazie a Neruda e ad altri poeti che raccontano la storia di questo lembo di terra sottile ma forte.Tinti

  3. amo l’america latina
    la amo fortemente
    neruda è il mio canto
    il mio cuore è un po’ là..
    che gente dignitosa i cileni..
    grazie per aver messo questo pensiero
    un abbraccio

  4. Anch’io sono là col pensiero e con il cuore dolente, amo tutta l’America del Sud ed il grande Neruda e so che il Cile riuscirà anche questa volta ad alzare con dignità il suo capo duramente prostrato. Quello che fa tanto male è che sono sempre i più poveri ad essere colpiti. Grazie per la solidarietà del pensiero, un saluto affettuoso a tutti.
    Roberta

  5. Mi sento molto vicina con l’anima, a tutto il popolo Cileno e ai poeti di quella martoriata terra.

    “Dammi la mano in questo sconquasso del pianeta
    mentre la cicatrice del cielo livido si tramuta in stella.
    Ahimè però ricordo: dove stanno? dove stanno?
    Perchè ribolle la terra e si riempie di morte?
    Oh maschere sotto le case travolte, sorrisi
    che non raggiunsero il terrore, esseri distrutti
    sotto le travi, coperti nella notte…”

    PABLO NERUDA da: -Canto generale-

  6. vicina al Cile come mi sento vicina ad ogni popolo che soffre.
    é il mondo che sta girando male.
    Mi duole perchè il Cile è stato martoriato a lungo politicamente,mi auguro che si riprendano presto e che abbiano amministratori più onesti dei nostri.
    maria

  7. Entre la cordillera
    y el mar de Chile
    escribo-
    La crdillera blanca
    El mar color de hierro.
    regres de mis viajes
    con los nuevo racimos
    Y el viento
    El viento sacudia
    la tierra, las raices

    da il Canto condiviso
    di Pablo Neruda

  8. Prendo spunto da quanto ha scritto Roberta Bagnoli…
    sono sempre i più poveri ad essere colpiti. Queste catastrofi naturali, segnano una drammatica linea di confine di tipo sociale tra chi ha e chi non ha. L’uomo, in questo caso, non ha colpa. Ha colpa quando non fa nulla per proteggere i più poveri. In tragedie come queste dovremmo pensare che siamo parte della natura e non i suoi padroni, che esistiamo in quanto esiste la terra, l’acqua e l’aria. Noi non rispettiamo questi tre elementi e quando la natura si scatena paghiamo gli errori commessi.
    Claudio

  9. Queste parole dopo il disastro di quei posti, mettono tristezza, ma fanno anche venire tanta voglia di viaggiare per conoscere il nostro pianeta. Grazie Giuseppe


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: