Indocili i pensieri


Nel filare di ragno
d’un istante vischioso,
penzolante, pigro
d’una diafana attesa
(universale erede
già compiuto, nel plastico
mutare del tempo)
rivivo il riverbero molle
di confinati incontri,
con infiniti me stesso.

Domestici,
i pensieri indolenti
dei miei viali ombreggiati
rifugiano in facili frasche,
tra monoiche piante sorelle.

Scalcia, allora, imbizzarrisce
il puledro del dubbio
e scarta e rampa
confondendomi,
confondendosi con la sua più sana,
selvaggia, indomabile natura;
dispiega galoppi in danze
sui terreni miei sbrigliati
scavalca schemi,
disarciona pregiudizi
e inventa, il mio vedere
del vento la criniera

Flavio Zago

The URI to TrackBack this entry is: https://cantierepoesia.wordpress.com/2010/04/01/indocili-i-pensieri/trackback/

RSS feed for comments on this post.

9 commentiLascia un commento

  1. un cavallo che scalcia e corre nel vento
    una metafora altamente poetica la tua Flavio (anche te con cognome veneto, vero?)
    molto belli i versi centrali e qualla chiusa con la criniera sparsa nell’aria del tuo vedere…
    grazie e buona giornata

    • Ciao Cristina, grazie per le belle parole. Hai ragione: benché io sia nato in Piemonte,mia madre è di Vicenza e mio babbo era di San Donà.
      Carta, invece mi pare sia di origine sarda, vero?
      (È il due Aprile da mezz’ora, quindi concedimela!)
      Buona giornata e buona Pasqua a te.
      Flavio.

  2. Sei tornato con deliziosa poesia, i tuoi dubbi, alcune incertezze sono vinte nel vento d’un galoppo
    sfrenato.
    Bella Flavio vorrei leggerti più spesso.
    Marcello

  3. Che meraviglia ,Flavio ,il tuo cavallo che si libera di pregiudizi e scalpita vivo e libero nel dubbio e nella ricerca ,in un viagggio senza fine…il ritmo prende e va e si corre con te e si scavalca…grazie amico!Tinti

  4. è un inno alla libertà di essere ciò che si vuole,così
    siamo liberi tutti fuori dagli schemi a briglie sciolte.
    maria

  5. “scavalca schemi,
    disarciona pregiudizi
    e inventa, il mio vedere
    del vento la criniera”

    Rischio di ripetermi caro Flavio ma tu hai un modo di scrivere che scavalca la parola, va oltre e stupisce sempre per quel senso di leggerezza e di profondità.
    Complimenti caro amico, tu stai già volando e sempre più in alto. Un abbraccio carissimo e una cascata di Dolci e Sereni Auguri di Buona Pasqua con tutto il cuore.
    Roberta

  6. Caro Flavio

    Grazie. Della bella poesia.

    Paolo.

  7. Grazie amici cari, ancora sereni auguri a tutti voi.
    Flavio

  8. Caro Flavio mi sembra che la tua profonda riflessione prende il ragno che tesse la sua tela con armonico movimento com spunto per condurre a riflettere sulla forza della natura che muove tutti gli esseri a comportarsi secondo il ritmo che gli è stato assegnato, perciò
    “il puledro del dubbio… disarciona pregiudizi e inventa, il mio vedere del vento la criniera”
    Mi piacciono le belle espressioni che sai trovare, scusa se arrivo un po’ in ritardo, ti auguro di cuore buona Pasqua. Giuseppe


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: