Aspettando il ritorno

Le mie mani ti cercano e vuote
tornano al  mio corpo inutile
avvolgendomi vane consolatrici.
Chiuso in loro raccolgo pensieri
seguo tracce d’amore lasciate
ed ascolto l’eco della tua assenza.
Più forte è l’amore che si perde
in breve ed intensa luce prima
come fiamma che stanca si spegne
Buio improvviso nei giorni vuoti
quelli che infilo come perle dolorose
o sgrano come un rosario di attesa
del tuo ritorno per non morire
di rimorsi che nudi si mostrano e
impietosi, dilaniano il cuore.
Riscopro l’amore quando è fuggito
per amore imploro il tuo ritorno
cerco speranze in ogni tua cosa
che immobile mi parla di te.
Accarezzo la tua poltrona vuota
quel bicchiere che mai hai cambiato
dal quale bevevi e sorridente mi porgevi
come per un rito d’amore
Ha ancora il sapore leggero delle tue labbra
quanti bicchieri ho frantumato in te
con il mio io di fredda pietra.
Ho freddo amore fuggito, mi lascio morire
avvinto a me stesso.

Claudio Pompi

The URI to TrackBack this entry is: https://cantierepoesia.wordpress.com/2010/05/09/aspettando-il-ritorno/trackback/

RSS feed for comments on this post.

7 commentiLascia un commento

  1. Claudio, di vero dolore parla questa poesia e la mia testa pensa intensamente per raggiungerti e darti un
    alito di vita che, insieme a tutti gli altri che certamente ti arriveranno, possa riportarti a
    “ridere” con noi.
    Ciaosandren

  2. triste triste
    non prendertela Claudio
    ma vorrei tanto che tu andassi in un negozio a prenderti un nuovo servizio buono di bicchieri
    e poi brindassi alla vita amico mio
    sorridi adesso dai…
    volevo solo rubarti un sorriso
    ciao 🙂

  3. Si palapa tristezza struggente,mio caro e dolce amico di anni ,di lettere e pensieri ,ti arrivi un abbraccio lieve e due carezze ,una sulla fronte e l’altra sulla nuca , a mani tese..
    Tinti

  4. Aspettando il tuo ritorno, Claudio
    Massimo

  5. Si sente l’alito della tristezza avvolgere il cuore, trapela umana e vissuta sofferenza dai tuoi versi caro Claudio, anch’io insieme agli altri amici del Cantiere aspetto con ansia e viva speranza il tuo ritorno e nel frattempo ti mando un grande abbraccio ed un pensiero colmo di gioia ed ogni bene a sostenerti e darti forza.
    Roberta

  6. Grande testa di rapa, quante volte l’ho detto che bere pensando alle donne a te faceva male, ora per favore torna a giocare con me,
    Un abbraccio
    Marcello

  7. Caro Claudio, Leggendo i tuoi versi ci si sente coinvolti dalla tristezza che essi sprigionano, alcuni sono traboccanti di sentimenti “Più forte è l’amore che si perde in breve ed intensa luce…” altri suonano avvolti da un velo di disperazione “Ho freddo amore fuggito, mi lascio morire avvinto a me stesso.” Un abbraccio col cuore – giuseppe


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: