Parole straniere

ho  parole straniere in punta di lingua.
un nodo stretto allo stomaco. se non ti parlo;
è perché ti ho detto più di quanto saprei dirti.
con fili di silenzio ti ho disegnato:
il lungo travaglio della mente che ti partorisce
ogni quando mi manchi. ti fai sospiro. e tormento.
per troppe braccia allungate invano. troppi occhi
lanciati all’orizzonte. del tuo divenir sostanza.
ad ogni costo.

Anileda Xeka

Published in: on giugno 29, 2010 at 07:12  Comments (3)  
Tags: , , , , , , , , , , , , , ,

The URI to TrackBack this entry is: https://cantierepoesia.wordpress.com/2010/06/29/parole-straniere/trackback/

RSS feed for comments on this post.

3 commentiLascia un commento

  1. Sei emozione pura, Anileda, anche in lingua straniera e questo, per me, è poesia
    Kinita

  2. E’ perchè ti ho detto più di quanto saprei dirti…ecco l’emozione che mi è presa nel ventre.Grazie …tinti

  3. Versi intensi e carnali che lasciano dentro forti emozioni. Brava Anileda, un caro saluto.
    Roberta


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: