Vincenzina e la fabbrica

Vincenzina davanti alla fabbrica,
Vincenzina il foulard non si mette più.
Una faccia davanti al cancello che si apre già.
Vincenzina hai guardato la fabbrica,
come se non c’è altro che fabbrica
e hai sentito anche odor di pulito
e la fatica è dentro là…
Zero a zero anche ieri ‘sto Milan qui,
‘sto Rivera che ormai non mi segna più,
che tristezza, il padrone non c’ha neanche ‘sti problemi qua.
Vincenzina davanti alla fabbrica,
Vincenzina vuol bene alla fabbrica,
e non sa che la vita giù in fabbrica
non c’è, se c’è com’è ?

ENZO JANNACCI

The URI to TrackBack this entry is: https://cantierepoesia.wordpress.com/2010/07/10/vincenzina-e-la-fabbrica/trackback/

RSS feed for comments on this post.

3 commentiLascia un commento

  1. Penso ai volti dei lavoratori di ieri e a quelli di oggi ,eguali :anche per loro c’è solo la fabbrica come per Vincenzina.Iannacci qui è dolcissimo.Tinti

  2. meravigliosa

  3. Interessante questa canzone di Jannacci, mi fa ricordare quando lavoravo in fabbrica; lavoro ripetitivo, e si era considerati “nessuno” numeri da manipolare a piacimento…
    Abbiamo lottato per avere più spazio di voce ma, oggi siamo al punto di partenza.. non segna più Rivera…0 a 0 il Milan!
    aurelia


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: