Un giorno come un altro

Calma la sera
ti guardo assorta
fissare all’infinito
e ti rivedo bambina
In un lampo
la tua vita e la mia
unite da sempre
il cordone mai reciso.

Nel tuo profilo netto
rivedo tuo padre
e la solita domanda mi assale
Ora sei donna
cresciuta nelle battaglie
vincite e sconfitte
hanno fatto di te un gioiello

Lacrime – risa
Tormenti e gioie
Amori – fallimenti
-una vita –

Lui non l’ha vissuta

Ha lasciato dietro la porta
la polvere delle tue scarpe
i giorni, le ore
un tesoro.
Lui ha scelto altro per sé.

Lo sciagurato non sa
cosa si è perso!
Non esiste al mondo legame
non c’è ricchezza alcuna
che ti possa appagare più
della vita di tua figlia.

Anna Maria Guerrieri

The URI to TrackBack this entry is: https://cantierepoesia.wordpress.com/2010/07/19/un-giorno-come-un-altro/trackback/

RSS feed for comments on this post.

8 commentiLascia un commento

  1. Cara Anna Maria.

    Ciò che hai descritto è molto commovente.
    Alcuni umani sono simili agli animali, hanno solo l’istinto della riproduzione, forse, ma nessun sentimento. La cosa più triste è che ci rimettono loro, ma creano traumi e infelicità in chi viene abbandonato. La tua chiosa merita di essere ritrascritta, tanto è eccelsa: “Non esiste al mondo legame/non c’è ricchezza alcuna/che ti possa appagare più/della vita di tua figlia.”

    Con affetto, Paolo.

    • Grazie a te Paolo!

  2. Mia cara kicca,lo sciagurato non sa cosa si è perso..quel cordone mai reciso che fa del rapporto con i figli qualcosa di meravigliosao e in movimento sempre.Grazie .Tinti

    • Grazie Tinti so quanto questo tu lo possa capire!

  3. Condivido con Paolo e Tinti. Graziella

    • … e siamo già in quattro! grazie con simpatia!

  4. “Non esiste al mondo legame
    non c’è ricchezza alcuna
    che ti possa appagare più
    della vita di tua figlia.”

    Rischio di ripetermi, ma trovo questa chiusa davvero splendida. Sicuramente chi ha scelto la strada della fuga o dell’abbandono, è uno sconfitto già in partenza, dovrà prima o poi fare i conti con la propria coscienza e più che fiori…saranno dolori.
    Grazie Kicca, un abbraccio.
    Roberta

  5. I commenti sono quasi tutti uguali.
    Con affetto, Paolo.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: