Chimera


tra stuoli di muse
da oniriche sfere
rimando verseggio
con vero piacere
ingoio sineresi
metafore in pillole
ricamo sineddoche
gorgheggio le dieresi.
issando l’ossimoro
mi desta uno iato:
l’alloro poetico
l’ho solo sognato!

Viviana Santandrea

Published in: on agosto 26, 2010 at 07:31  Comments (3)  
Tags: , , , , , , , , , , , ,

Cromatismo


Il cosmo mi osserva
ogni angolo dell’infinito
mi colora l’anima
dandomi la certezza
che l’esistenza è l’insieme
cromatico della vita.
Il mare, col  suo urlo folle
come rantolo immenso,
d’azzurro si presenta
al mio sguardo
mentre i raggi delle stelle
con pallore di giallo
mi ricordano
di cercare la notte ed i suoi
bisbigli.
La tempesta
benedice i miei improvvisi
risvegli, il mare s’increspa con
onde di grigio vestite.
Bagliori di rosso violenti
mi assalgono e intravedo ghiacciai
coperti d’argento e madreperla
reduci di epoche lontane
con nascosti tesori
ed estinti animali.
Trasaliscono i monti
nel soffio leggero del vento
mentre la genziana nel blu fiorisce
ed i pensieri nel viola si condensano
alla ricerca del mondo perduto.
Così al mattino il mio sole
d’oro vestito in trionfo di luce
mi regala l’azzurro
del tuo sguardo
sirena venuta dal mare.

Marcello Plavier

Dalla pace del mare lontano

Dalla pace del mare lontano
Fino alle verdi e trasparenti onde
Dove il silenzio non ha più richiamo
E tutto si confonde
Dalle lagune grigie e nere
Dal faticare senza riposo
Dalla sete alla fame allo spavento
Al più segreto tormento
Avemmo padri avemmo madri
Fratelli amici e conoscenti
Ed imparammo a dare un nome nuovo
Ai nostri sentimenti
E così un giorno a camminare
Su questa terra sotto a un sole avaro
Per un amore che sembrava dolce e
E si é scoperto amaro

Ma è solo un’eco nel vento
Nel vento che mi risponde
Venga la pace dal mare lontano
Venga il silenzio dalle onde

E in mezzo al mare c’è un punto lontano
Così lontano dalle case e dal porto
Dove la voce delle cose più care
E’ soltanto un ricordo
Ma da quel punto in poi
Non si distingue più
La linea d’ombra confonde
Ricordi e persone nel vento

Avemmo padri avemmo madri
Fratelli amici e conoscenti
Ed imparammo a dara un nome nuovo
Ai nostri sentimenti
E così un giorno a camminare
Sopra la terra sotto al sole avaro
Per un amore che sembrava dolce
E si é scoperto amaro

Ma è solo un’eco nel vento
Nel vento che mi risponde
Venga la pace dal mare lontano
Venga il silenzio dalle onde

Ma è solo un’eco nel vento
Nel vento che mi risponde
Venga la pace dal mare lontano
Venga il silenzio dalle onde.

SERGIO CAMMARIERE E ROBERTO KUNSTLER


Sono solo momenti

E sono solo
momenti
che ti attraversano
rapidi
accarezzando
emozioni
che esaltano
qualche minuto
aria che respiro,
occhi che s’ illuminano
nei tanti giorni
senza nome,
s’aggrappano
i pensieri
tra il batter d’ali
dell’attesa,
si dissolve il profumo
di un ricordo
sono solo momenti
in un pianto senza lacrime…

Beatrice Zanini

Published in: on agosto 26, 2010 at 07:12  Comments (4)  
Tags: , , , , , , , , , , , , , ,

M’è presa

una voglia di aurora
quella carezza di pesca
vestita di bianco
che aspetta
la nascita del nuovo
e guarda
dolce
la notte
lasciando scia
di fate.

Tinti Baldini

Published in: on agosto 26, 2010 at 07:00  Comments (9)  
Tags: , , , , , , , , ,