D’agosto

Un giorno d’interruttori guasti
grandine di pensieri sferici
sul cuore della luna
a scardinare porte boreali.

La polena affiorata sulla rima
cercava lungo fiordi a precipizio
una ferita che paresse un nido.

Chi coltivava il mare
sceglieva l’onda per le navi in rotta
ma venne l’alba a specchio
a formulargli in viso il suo riflesso
volse lo sguardo
non si riconobbe.

Scoccarono momenti
e in luogo di sentenze assolutorie
fu comminata una condanna
a vivere.

Cristina Bove

The URI to TrackBack this entry is: https://cantierepoesia.wordpress.com/2010/09/22/dagosto/trackback/

RSS feed for comments on this post.

4 commentiLascia un commento

  1. “La polena affiorata sulla rima
    cercava lungo fiordi a precipizio
    una ferita che paresse un nido”.
    Non ho parole per commentare tanta bellezza.
    Lorenzo P.

  2. E’ di una bellezza infinita.Grazie Cristina.
    Grazie.
    Tinti

  3. Non sono all’altezza di un commento, Cristina, mi ritrovo nelle parole di Lorenzo. Stupenda, nella sua semplice complessità, mi ha preso il cuore e l’anima. Grazie
    Kinita

  4. Poesia complessa e stupenda per il senso e le immagini che si staccano dalle parole. Trovo la chiusa perfetta, quasi una “scelta obbligata”.
    Complimenti di cuore, Cristina, un caro saluto.
    Roberta


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: