A cosa serve

A cosa serve
cedere allo spazio
fidarsi del clima rarefatto
del sole che scalda,
se non sai privarti del peso
respirare che nebbia
né strapparti gli abiti di dosso.

Diviene immensità
che non si lascia passare,
coesione totale di particelle
da inchiodare le nubi negli occhi,
da farti picchiare la testa,
alla cieca,
contro i troppi piaceri incompiuti
contro i dolori che non vorresti,
mentre dipingi te stesso
che affreschi deluso
il tuo autoritratto.

Daniela Procida

Published in: on ottobre 14, 2010 at 07:43  Comments (4)  
Tags: , , , , , , , , , , , , , ,

The URI to TrackBack this entry is: https://cantierepoesia.wordpress.com/2010/10/14/a-cosa-serve/trackback/

RSS feed for comments on this post.

4 commentiLascia un commento

  1. ..coesione totale di particelle/ da inchiodare le nubi negli occhi/ da farti picchiare la testa/ alla cieca.. Ciao, Stella bella.

  2. A cosa serve…cara ,lo scriivi nella chiusa che quasi mi appartiene .Ciao Vulcano!
    Tinti

  3. “A cosa serve…” Una considerazione amara che si acquista guardando il passato
    “mentre dipingi te stesso
    che affreschi deluso
    il tuo autoritratto.” Giuseppe

  4. una poesia che penetra silenziosa fino al cuore, bella, Rosy


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: