Etichetta

Naso schiacciato al vetro
fuori piove
quanta ce n’è, per me, d’assoluzione
a colpe omesse?
Con la coda dell’occhio mi sorpasso
chiedendo chiarimenti se
(i bagliori diffusi nei gomiti nei polsi
nelle ginocchia e intorno
pari al centro)
la data sia la stessa.
giornate pettinate a trecce
corpo che  trema sulla china
in mia vece
frammento sabbia rose
di calcite…
In me l’itinerario dei sensori impronte
di titanio
infissi nel profondo
codice a barre
l’ora del tramonto.
E poi dirà, la brava gente, ha vissuto
di suo più che abbastanza.
Ed io lo penso?

Ho cognizione d’essere scaduta?…

Cristina Bove

Potere

Cancro che distrugge l’anima
Sete implacabile
D’acqua sporca
Che lentamente soffoca
Logora il pensiero
Come gramigna si infiltra
E trascina sempre più in basso
Tra la melma
La vita

Gianna Faraon

Published in: on ottobre 19, 2010 at 07:32  Comments (3)  
Tags: , , , , , , ,

Casso sterrare

Sulla faccia tonda
cavalca
scavalca
l’allotropo complesso
di fiori
spine
serpi
di parole.
imprime al cielo
il senso del proprio essere.
Il sole
come colino intento a travasare
scogli badiali
a velo di frantumi
ostenta l’apparenza
mentre cala
nel buio della notte…
il tempo
come una ruspa
che lavora sempre
spinge le faci accese
contro l’ombre.

Giuseppe Stracuzzi

Il sorriso

THE SMILE

There is a Smile of Love
And there is a Smile of Deceit
And there is a Smile of Smiles
In which these two Smiles meet

And there is a Frown of Hate
And there is a Frown of Disdain
And there is a Frown of Frowns
Which you strive to forget in vain

For it sticks in the Hearts deep Core
And it sticks in the deep Back bone
And no Smile that ever was smild
But only one Smile alone

That betwixt the Cradle & Grave
It only once Smild can be
But when it once is Smild
Theres an end to all Misery

§

C’è un sorriso d’amore,
e c’è un sorriso della seduzione,
un sorriso c’è dei sorrisi
dove s’incontrano quei due sorrisi.

C’è un aggrottamento dell’odio
e c’è un aggrottamento di disdegno
ed un aggrottamento c’è degli aggrottamenti
di cui invano tentate di scordarvi,

Perchè a fondo nel profondo del cuore penetra
e affonda nelle midolla delle ossa
e mai nessun sorriso fu sorriso,
ma solo quel sorriso solo,

Sorriso che dalla culla alla fossa
sorridere si puo’ una volta sola
quando è sorriso ha fine ogni miseria.

WILLIAM BLAKE

Tempi e modi dell’amore

Io amo, presente indicativo,
è già poesia.
Io ho amato, participio passato,
triste poesia.
Io amerò, futuro semplice,
speranza di un amore,
nuova poesia.
Io amerei, condizionale,
amore breve se ha confini.
Amare,  infinito…
come solo l’amore
può essere, come solo
l’amore deve essere.

Claudio Pompi

Published in: on ottobre 19, 2010 at 07:01  Comments (5)  
Tags: , , , , , , , , ,