Invito

 

 

 

 

 

 

 

 

 

PRESENTAZIONE

 

della silloge poetica

Specchi dell’anima

di Maristella Angeli

raccolta poetica

Edizioni Progetto Cultura

“Il viaggio attraverso le poesie di Maristella Angeli ci fa approdare a lidi dove trovare vera pace, serenità e gioia caricati dalla fiducia, dal coraggio, dalla perseveranza e dalla determinazione”

(Mariella Rocco, docente di lettere)

e del romanzo

L’Odore del pane di Sandro Orlandi

collana “Le Fenici” Edizioni Montag, Tolentino (MC)

“Storia, fantasia, psicologia, magia sono tutti elementi che l’autore sa far convivere con grande maestria ed equilibrio”

(Giovanna Giordani, scrittrice)

Sabato 6 novembre

ore 17,30

presso Del Monte

LIBRERIA CAVOUR

in Via XXIV Maggio, 3

Macerata

Saranno presenti gli autori

Relatori: Marco Di Pasquale e Valentino Gabrielli

interverrà Mariella Rocco

Intermezzi musicali del pianista Vincenzo Paolini

§

Cari amici, guardate come i nostri Maristella e Sandro stanno… scalando le vette della popolarità con le loro pubblicazioni! Siamo lieti di  estendere anche a tutti voi l’invito alla presentazione dei loro libri “Specchi dell’anima” e “L’odore del pane” che avverrà a Macerata il 6 novembre prossimo. Noi cantieristi comunque, di persona o in spirito, possiamo già garantire che saremo tutti  lì a fare il tifo per i nostri amici! Complimenti  e auguri ai nostri due artisti per nuovi e sempre più importanti successi editoriali!

Il Cantiere

Mio padre mi disse

Mio padre mi disse: nel cielo
vedi tu il carro maggiore
e il piccolo carro discosto?
Ma da quella meraviglia di allora
non ebbi aiuti
per poter sondare,
persa poi nell’umano,
tutte le implicanze irrisolte.
Fui irretita nei luoghi comuni,
dalla ripetitività senza senso,
dai ruoli cristallizati da sempre.
E fui donna, fui figlia, fui madre,
e l’arsa rimase nel cielo
domanda, dolore, miraggio.

GIULIA PERRONI

Culla

Se potessi
diverrei culla
di me stessa
ed in pace
m’accoglierei
amandomi.

Daniela Procida

Published in: on ottobre 21, 2010 at 07:35  Comments (4)  
Tags: , , ,

Shiatsu all’aperto


Ieri, giorno del fato
Angeli planarono su di me
forse li chiamò il mio inconscio
spolverarono il mio peso, il mio fiato
l’ombra dell’albero ombreggiava sul mio viso
e seta azzurra il mio sguardo baciava
il petto si riempiva di nuovo
polpastrelli intonavano le mie corde
pace scivolava lungo la schiena
respiri alleggerivano
sensazioni svolazzavano come panni appesi.

Rosy Giglio

La speranza

Tese ha le mani al cielo
come ad afferrare un segno
che aiuti a sopportare.

Ma quel segno è già in loro:
ed è la speranza
che le fa alzare e stare tutte su,
come a implorare in umile preghiera.

Armando Bettozzi

Published in: on ottobre 21, 2010 at 07:15  Comments (3)  
Tags: , , , ,

Cielo

minaccioso
nero

non merita
lo sguardo
dei bimbi
alla finestra

poi
colpevole
piange
di scrosci

Silvano Conti

Published in: on ottobre 21, 2010 at 06:55  Comments (2)  
Tags: , , , ,