La ragazza di Godot

È la ragazza di periferia
impigliata dentro a una valigia
di sogni ripiegati
insieme a dei blue jeans
tagliati a zampa
nella borsetta un sorriso di scorta
da offrire nel caso in cui
-il caso lo volesse-
e un fazzoletto di lino ricamato
con due gocce di acqua santa
per accontentare Rosa.

E’ lei che sempre si ribella
quando tampona le ferite
che non asciugheranno
e orna ancora poche forme
con pizzi e reti color carne
mentre aspetta…

acciuffa desideri e poi li imbusta
destinazione ignota.

Beatrice Zanini

The URI to TrackBack this entry is: https://cantierepoesia.wordpress.com/2010/10/25/la-ragazza-di-godot/trackback/

RSS feed for comments on this post.

5 commentiLascia un commento

  1. Sta in quella chiusa tutta la nostra ragazza di seta ,mai paga anche nel dolore.Ciao bella.Tinti

  2. “acciuffa desideri e poi li imbusta
    destinazione ignota.”

    Concordo con Tinti la chiusa è da incorniciare. Grazie sempre “dolce Beatrice”.
    Roberta

  3. bellissima , originale , piaciutissima! chiusa stupenda .

  4. SEI TU,OVUNQUE SEI.
    MARIA

  5. Cara Beatrice la tua presenza così splendente fa sentire fortemente la tua mancanza. Spero ti arrivi qualcosa dei nostri pensieri.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: