Roma per sempre

Vie dimenticate che sanno d’umido,
trasudano antichi odori che la memoria
accende.
Suonano ancora voci antiche ormai
passate.
Nuove voci e nuove parole, toni diversi
da quelli che ascoltai.
Mi adeguo, il mondo è cambiato ed io
cambio…ci provo.
Nuovi colori e nuovi odori il posto
hanno preso di quelli che nella mente
gelosamente conservo,
memoria di un tempo forse migliore
sol per l’età che più non torna.
Il mondo è cambiato, io sono cambiato.
Lingue a volte incomprensibili al posto
dell’intercalare che sapeva di musica.
A volte le accetto, a volte le rifiuto,
a volte le amo…odiarle, mai.
Il mondo è cambiato, s’è fatto più piccolo.
Io sono cambiato, ora più maturo forse
più vecchio, chissà….
Questa città non è cambiata, da sempre
uguale come la via che ancora conserva
il lucido sampietrino e lo stesso cielo.
che con dolce nostalgia percorro.
In questa città sono nato ed ho vissuto.
L’amo anche quando ostile si fa senza
volerlo.
Se la ami l’ami per sempre o non l’hai
mai amata.
Da sempre, come vecchia puttana,
ognuno accoglie e di ognuno madre
comprensiva diventa come lupa
di antica leggenda.

Claudio Pompi

Published in: on novembre 10, 2010 at 07:33  Comments (6)  
Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

The URI to TrackBack this entry is: https://cantierepoesia.wordpress.com/2010/11/10/roma-per-sempre/trackback/

RSS feed for comments on this post.

6 commentiLascia un commento

  1. Sei unico nel trasmettere sensazioni, piacevolissime , di grande sensibilità
    Ciro

  2. L’amo anche quando ostile si fa senza volerlo…ecco Claudio e la sua generosità intrinseca che ci ha lasciato senza pudore e senza economia.Tinti

  3. ironica e piena d’amore come Claudio era nelle poesie che ci donava,sempre piccole perle.
    maria attanasio

  4. Credo che Claudio abbia dato sempre se stesso nei suoi versi con sincerità ed amore e questo lo si sente e lo si accoglie come un fiore da custodire nel cuore. Grazie caro amico, sempre.
    Roberta

  5. È vero passeggiando per le vie di Roma si sente il sapore di “voci antiche che la mnemora accende” sempre belle le poesie di Claudo.
    giuseppe

  6. Bellissimo post, grazie. Bello anche il sito. Vi segnalo un bell’articolo di NotitiAE sui Septem Pignora Urbis al link:
    http://notitiae.wordpress.com/2011/01/26/septem-pignora-urbis/


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: