Ali di seta

Dona l’arcobaleno un filamento
che tessitrici muse ci han foggiato
crisalide libratasi nel vento
magico incanto del divin creato.

Nutresi all’armonia di libertà
ch’origine trovò a forar di guscio
raggiante per cotanta immensità
gioì di volo al salutar dell’uscio.

La maraviglia di stupor s’inchina
al passo suo regal bellezza pura
che grazia di sorgente dea marina
s’affanna a paragon d’equal natura.

Con leggiadra movenza ella carezza
un pavido evocar d’età passata
sembiante a sapor di giovinezza
che al navigar di vita s’è celata.

Foschi frammenti d’un sentor lontano
a raffiorar pensier poco si mostra
che l’animo smarrito al quotidiano
negar si suole il dondolar di giostra.

L’esister di cangianti ali di seta
sguardo rapisce col segnar di danza
fremente d’esser fior d’unica meta
ch’ogni petalo vibra di speranza.

Ma è d’apparir fugace la farfalla
che al volteggiar maliarda adulazione
posa gentil al profferir di spalla
poi aleggia e s’invola l’emozione.

Gian Franco D’Andrea

The URI to TrackBack this entry is: https://cantierepoesia.wordpress.com/2011/01/16/ali-di-seta/trackback/

RSS feed for comments on this post.

6 commentiLascia un commento

  1. E’ un racconto in versi di tal leggiadria che incanta.Bravo Gianfranco!Tinti

  2. Altre sette strofe perfette: sia nel contenuto, sia nella metrica. Bravo.
    Tuttavia, permane un senso di anacronismo avverso la poesia attualmente emergente.

    Cari saluti,
    Paolo Santangelo.

    • Giustamente la lettura di questa poesia può dare un senso di anacronismo ma, questo non è il mio modo di scrivere (in assoluto), è uno dei miei modi di scrivere. Qui cerco di avvicinarmi (indegnamente) ad un trecentesco poetare.

      • Caro Gian Franco.

        Non conosco ancora la Tua poetica globale e ho commentato “Altre sette strofe perfette: sia nel contenuto, sia nella metrica.”
        Quindi positivamente. E siccome non sono più un giovincello, anch’io salto di palo in frasca e mi diverto con parole, versi, strofe…passando da uno stile all’altro.
        Avremo modo di conoscerci meglio.

        Con affetto,
        Paolo.

  3. Complimenti Gianfranco per il tuo osare, sono versi, come dice Tinti incantevoli che avvolgono il cuore su “ali di seta”. Un caro saluto.
    Roberta

  4. Anche se poco mi intendo di poesia, questa alle mie orecchie quasi Dantesca mi suona. “Con leggiadra movenza ella carezza un pavido evocar d’età passata” complimenti, Rosy


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: