Gelo

Adagi
veli laminati
nel notturno
biancore.
Tace la terra
ascolta
echi di silenzi
stellari.
Si scalda
la quercia
ai bagliori
cristallini
d’anemico sole,
la veste stopposa
si stringe.
Sparuto
il pettirosso
graffia
lastre di cielo.

Graziella Cappelli

Published in: on febbraio 3, 2011 at 07:37  Comments (6)  
Tags: , , , , , , , , , , ,

The URI to TrackBack this entry is: https://cantierepoesia.wordpress.com/2011/02/03/gelo/trackback/

RSS feed for comments on this post.

6 commentiLascia un commento

  1. Il gelo si tinge di piume di pettirosso e si scioglie in calde emozioni. Brava Graziella, versi essenziali…da brivido. Un abbraccio grande, a presto.
    Roberta

    • Cara Roberta, grazie sempre.
      Baci
      Graziella

  2. Un delizioso quadretto polare, il pettirosso rende la crudele realtà del gelo. Molto bella, ciao
    Giuseppe

    • Caro Giuseppe, sono felice che ti piaccia.
      Un saluto sincero.
      Graziella

  3. Brava maestra di musica della natura.Ciao
    Tinti

  4. Grazie, cara Tinti.
    Un abbraccio
    Graziella


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: