Gabbiani

Là tornano stanchi i gabbiani
il sonno ormai chiude
gli sguardi già intrisi di mare
e l’ali provate
regalano il cielo al tramonto.

Se ancora domani riandranno
appesi al respiro del vento
o l’ultimo fremito avrà
qualche piccolo cuore
non sanno.

Noi invece quaggiù
coscienti, ma sempre assetati
intenti a rincorrere speranze
a sperdere gli attimi
nell’ansia d’inutili attese;

noi memori e tormentati
da tutte le perle perdute,
diversi però accomunati
da uguale precario destino:

un volo………un cammino.

Viviana Santandrea

The URI to TrackBack this entry is: https://cantierepoesia.wordpress.com/2011/04/14/gabbiani-3/trackback/

RSS feed for comments on this post.

5 commentiLascia un commento

  1. Immagini e metafore bellissime come:”gli sguardi già intrisi di mare/e l’ali provate/regalano il cielo al tramonto”.
    Si tenta un parallelo tra noi e i gabbiani. Noi coscienti, “memori e tormentati”, ma accomunati da un uguale destino. Loro un volo noi un cammino.

  2. C’é molta delicata poesia
    “Se ancora domani riandranno
    appesi al respiro del vento”
    Giuseppe

  3. … tormentati da tutte le perle perdute:eccomi ,mi ci ficco dentro.Tinti

  4. “Noi invece quaggiù coscienti, ma sempre assetati” bellissimi versi Viviana, ciao Rosy

  5. Belle ed incisive metafore, la chiusa poi racchiude efficacemente il succo della nostra vita. Brava Viviana, grazie per l’emozione. Un abbraccio.
    Roberta


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: