Valle d’Aosta

Albe fiorite,
come rose rosse
che s’affacciano ad una ringhiera
che un rosaio ha abbracciato.

Torrenti biancheggianti,
che beffeggiano gli scogli
e guizzano, e saltano,
e spumeggiano
scivolando senza mai fermarsi.

Boschi di sempreverdi,
di betulle cangianti,
che disegnano d’un grigio pesante
gli sfondi verdeggianti
delle Alpi che mi corteggiano.

Cieli azzurri,
ricamati da voli di rondini,
sfreccianti come saette
al sole,
di falchi roteanti nel sereno,
che scompaiono all’improvviso
su una preda in fuga.

Silenzi irripetibili,
rotti a tratti dal lontano richiamo
di una marmotta,
da un frusciare tranquillo
d’acque trasparenti,
da una folata di vento
tra una gola e l’altra.

Voci che arrivano dall’immensità,
che sanno di preghiera
e ti ricordano che in questa Valle
c’è la presenza di Dio.

Salvatore Armando Santoro

The URI to TrackBack this entry is: https://cantierepoesia.wordpress.com/2011/04/20/valle-daosta/trackback/

RSS feed for comments on this post.

16 commentiLascia un commento

  1. …e io mi ci tuffo…tinti

  2. Non potevate trovare foto più incantevole a corredo della mia poesia. La Catena del Monte Bianco è sempre unica e rappresenta al meglio i miei versi.

  3. Semplicemente un “grazie”, perchè adesso anch’io potrò dire che sono stata in Val d’Aosta. Incantevole!
    Sandra

    • Mi inorgoglisce di aver scritto qualcosa che ha dato visibilità alla mia Regione, dove vivo fin dal 1963. Ma la mia Regione non sa che anche attraverso le mie poesie pubblicizzo “ma petite Patrie”. Ma sai com’é: nessuno è profeta in patria.

  4. Un quadro dove la natura incanta con i suoi miracoli.
    bella l’ultima strofa
    “Voci che arrivano dall’immensità,
    che sanno di preghiera
    e ti ricordano che in questa Valle
    c’è la presenza di Dio.”
    un caro saluto
    Giuseppe

    • Grazie Giuseppe! Ti auguro una buona Pasqua! Ho parlato di dio ma io sono indifferente alla religione. Ma era il modo migliore per rendere più sublime l’immagine della mia Vallée!
      Replica

  5. A GIUSEPPE STRACUZZI
    Grazie Giuseppe! Ti auguro una buona Pasqua! Ho parlato di dio ma io sono indifferente alla religione. Ma era il modo migliore per rendere più sublime l’immagine della mia Vallée!

    • Condivido. Hai reso un grande omaggio alla Valle d’Aosta.
      Sentiti auguri di Buona Pasqua
      Giuseppe

  6. Un dolce e sentito omaggio alla bella e fresca Valle d’Aosta, ci sono stata anni passati, ed ho rivissuto l’emozione del ricordo. Grazie di cuore, un caro saluto e auguri di Buona Pasqua.
    Roberta

    • E’ una grande gioia emozionare con dei versi gli amici e far ritornare la “voglia” di Valle d’Aosta a tutti!
      Cari saluti!

  7. Molto bella ma un po’ complicata da leggere per una persona giovane. grazie mille. DOMANDA:ma quanto tempo ci hai messo ha scriverla?

    • ciao

      • Scrivo sempre di getto le mie poesie. Quando sale l’ispirazione allora il mio vulcano interiore comincia ad eruttare e si ferma quando la lava comincia a solidificare!

  8. fa cagare

    • Vedi fai più cagare te che non hai neppure il coraggio di firmarti. Sei un mezzo uomo che si nasconde nell’anonimato perché sei un vigliacco. Ed i vigliacchi non dovrebbero stare sui portali di poesia ma al cesso! Sui portali di poesia gente come te inquina… appunto perché parli di cacca… Anche se leggi cagate devi avere rispetto dei sentimenti altrui perché ognuno scrive sulla stregua di emozioni proprie. D’altronde se usassi le tue emozioni di cosa dovrei parlare? Di merda, no?


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: