Dammi il mio giorno

Dammi il mio giorno;
ch’io mi cerchi ancora
un volto d’anni sopito
che un cavo d’acque
riporti in trasparenza,
e ch’io pianga amore di me stesso.

Ti cammino sul cuore,
ed è un trovarsi d’astri
in arcipelaghi insonni,
notte, fraterni a me
fossile emerso da uno stanco flutto;

un incurvarsi d’orbite segrete
dove siamo fitti
coi macigni e l’erbe.

SALVATORE QUASIMODO

Caro signore

Mio caro
signore impomatato
di gomma rivestito
e d’arroganza
mi dici che
se le case son
di sabbia
e le donne mercato
se i giudici
non contano
e l’Italia
neanche
se i tiranni
sono amici
e nemico è
il popolo che suda
che se i trucchi
e la malizia
fan da padroni
è buona cosa per me
allora ti rispondo
che c’è ancora
chi s’avvolge di
bandiera
di mille colori
e uno solo
pulito
intatto
bianco
d’amore
che sventola
dentro
molti cuori
e tu non puoi
capirlo
nè toccarlo.

Tinti Baldini

Controvento

Fior d’amaranto
ti scrivo mentre canto controvento
sul mare di S. Angelo: che incanto!

Sandro Sermenghi

Published in: on maggio 5, 2011 at 07:24  Comments (6)  
Tags: , , , ,

L’ingegno

“Un uomo d’ingegno sa di possedere sempre molto, e non si rammarica di doverlo dividere con altri”

ALEKSANDR ISAEVIČ SOLŽENICYN

Published in: on maggio 5, 2011 at 07:11  Comments (3)  
Tags: , ,

La mia immagine

Io sono un uomo
riflesso in un tramonto
senza fine
uno specchio d’acqua
rosso vivo
senza ombre
in compagnia di
strappati giorni
dal tuo fianco

quello che aspetta
non più soleggiato
un alba nuova
per indossarla

e se tu la vedi
ti stringerò
in un caldo abbraccio
sprofondando
le mie labbra
nelle tue

Pierluigi Ciolini

Published in: on maggio 5, 2011 at 07:08  Comments (5)  
Tags: , , , , , , , , , , ,

Amavo

Strappami il cuore
ti prego perché
non smette di dolermi
e pulsare
come se pensasse
davvero di
aver ragione
di me che già tante
ne ho messe a tacere
di voci
tutte le volte che
presuntuose
predicavano il mio bene
non mi conosce più
pensa davvero che sia ancora
quello?
Quello, debole e inesperto
illuso povero stupido
continua a dirmi che
c’è davvero qualcosa che
dura per sempre
no ti avevo creduto
strappami il cuore
perché ora
così forte
non mi serve di certo
incapace di usarlo.

Gian Luca Sechi

Published in: on maggio 5, 2011 at 07:03  Comments (3)  
Tags: , , ,