A che serve

Ma a che serve quella
morbida curva del seno
s’è lì appesa in profumo
d’arazzo sul muro.
E a che serve la bocca,
florida di rosso se
non assorbe l’altro,
trabocca e l’assapora.
Che cosa serve saper
balzare ancora
pozzanghere
in fiera voce
col fulvo in volto,
se non si salta più.
Non raccontano più
gli odori del mondo:
il giorno nasconde
tutti i suoi nomi,
la notte riannusa
antichi sigilli.
A che serve cantare
ad orecchi spenti
l’inno alla linfa, atavica sete
di labbra di latte,
di bocche in lallazione.
E a che serve incarnare
guerrieri lucenti,
braccia ardenti a strizzare
dei venti una rosa,
sciabole in ghiaccio
al certame
fino al primo assolare.
Saremo falangi impegnate
nel costruire altro tempo
per donare domani
che rigirino zolle.
O forse siamo già stati
in metamorfosi
di sensi e di umori,
e le mille dita della mano
basteranno
ad afferrare il mondo intero?

Tinti Baldini e FlavioZago

The URI to TrackBack this entry is: https://cantierepoesia.wordpress.com/2011/05/26/a-che-serve/trackback/

RSS feed for comments on this post.

7 commentiLascia un commento

  1. La forza dell’amore,sempre impellente ed immanente in noi, a volte si arena, nell’impossibilità di poterla esprimere.
    O forse già è stata consumata in privato ed è il tempo di abbracciare il mondo e donarla a tutti.
    Un duo vincente, in una poesia che è un inno all’immortalità.
    grazie!
    Elide

  2. Cari Tinti e Flavio,

    “a che serve” tutto ciò che avete inneggiato?
    Non trovo risposta. La poesia è splendida.
    Tuttavia “(…)forse siamo già stati/in metamorfosi/
    di sensi e di umori,/e le mille dita della mano(…)”
    non sono bastate ad afferrare il mondo intero ma,
    coi vostri versi congiunti, mi avete immerso in un amorevole sogno. Grazie.

    Paolo.

  3. Grazie cari catierini,rileggendola mi piace di più.Tinti

    • Cateterini è meglio? Paolo.

  4. Un insistente inno all’amore e alla vita che andrebbe vissuta pienamente.
    Bellissima la chiusa
    “le mille dita della mano
    basteranno
    ad afferrare il mondo intero?”
    Complimenti ad entrambi
    Giuseppe

  5. Un vero ed intenso inno questo vostro 4 mani, è splendido. L’ho letto più volte. Complimenti, bellissima poesia
    Ciao, Patrizia

  6. “Saremo falangi impegnate/ nel costruire altro tempo/ per donare domani/…”
    siete una bella somma d’unione poetica, non c’è che dire! Ciao
    aurelia


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: