Summertime

Summertime and the livin’ is easy
Fish are jumpin’ and the cotton is high
Oh your daddy’s rich and your ma is good lookin’
So hush little babby, don’t you cry

One of these mornings
You’re going to rise up singing
Then you’ll spread your wings
And you’ll take to the sky
But till that morning
There’s a nothin’ can harm you
With daddy and mammy standin’ by.

§

Tempo d’estate, vivere é facile

i pesci stanno saltando fuori dall’acqua

e il cotone é alto

Tuo padre é ricco

e tua madre é splendida,

così splendida ora

Non piangere, bimbo

Una di queste mattine

tu ti alzerai cantando

stenderai le tue ali

e toccherai il cielo

Ma fino a quel mattino

niente ti farà del male,

con papà e mamma accanto.

EDWIN DUBOSE HEYWARD   E   IRA GERSHWIN     (musica di George Gershwin)

Published in: on giugno 1, 2011 at 07:39  Comments (3)  
Tags: , , , , , , ,

Vorrei

Vorrei  che le coccole

diventassero ruvide e secche

i baci acidi e insapore

le carezze strusci di rovi

vorrei che l’amore non esistesse

Per non desiderarlo così tanto.

Rosy Giglio

Published in: on giugno 1, 2011 at 07:23  Comments (8)  
Tags: , , , , ,

San Pietro in Volta

Striscia di terra sul mare protesa
qual lunga rete intrecciata
da mani callose di pescatori.

Pennellati di giallo quei muri
d’ azzurro e di verde.
Ed occhi ridenti, da porte aperte
sul mare affacciate.

E odore di salso e di cibo.

Esperte mani, attraverso finestre,
affrancan dal guscio e vongole e cozze.

E vola il pensiero a quei bianchi scogli
là dove gabbiani si stanno saziando.

Così io mi cibo di tale bel sogno
dell’aria che allarga
e cuore e polmoni.

Tra scogli incastona
conchiglie mia isola,
lambita da onde
di bianchi merletti.

Al tombolo ricamati
da rughe di donne
davanti al focolare
durante lunghi inverni di vita.

Sandra Greggio

…Lost

Il silenzio
allunga il sogno
in occhi d’ansia

il cenno
non consente
di librare versi
all’ultimo respiro

ancora incerto
è il vento immobile
in assenza di fiato

nudi e pregni
d’odio e d’amore
secchiamo al sole
il senso crudo
del domani

Silvano Conti

Published in: on giugno 1, 2011 at 07:11  Comments (3)  
Tags: , , , , , , , , , , , , , ,

Quella cosa

È forza ignota
che a te ora conduce,
  – il mio quid –
 o semplicemente il verso
 di una voce dentro.

Non avrò pretesa di altezze
nè distanze,
solamente un paio d’ali
per volare appena sopra
le irresolute trame.

Proteggere la storia
dei miei viaggi,
nelle parole a volte
nate male…

Ed è così che nasce
ed è così che muore
questo mio dire.

Beatrice Zanini

Published in: on giugno 1, 2011 at 07:00  Comments (5)  
Tags: , , , , , , , , , , , , , ,