Scabrose geometrie

 
Vagando in cerca della verità
mi ritrovo a inciampare qua e là
sui punti di una retta senza fine
o in questo cerchio cosparso di mine.
Se esaminassi con mente più quadrata
I lati e gli angoli in trigono, beata,
della mia pace arbitro il Pentagono
più non sarebbe; ma solo l’Esagono
intrigherebbe di rime ogni mio giorno,
e il rombo poi, me lo farei al forno.
Tanto l’enigma di sta telenovela,
la sa il Triangolo, ma non la rivela.

Viviana Santandrea

The URI to TrackBack this entry is: https://cantierepoesia.wordpress.com/2011/06/09/scabrose-geometrie/trackback/

RSS feed for comments on this post.

6 commentiLascia un commento

  1. La trovo originalissima e riuscita perfettamente:la chiusa poi è emblematica.Ciao
    Tinti

  2. Complimenti Viviana! Divertente!

  3. Molto particolare e divertente, un gioco in poesia con le figure geometriche, ma che racchiude anche un significato, che alla mia lettura può essere il senso della vita, di ciò che si fa.
    Complimenti Viviana
    Ciao, Patrizia

  4. Molto giocosa, ciao Viviana, Rosy

  5. Bravissima Viviana! Un gioco divertente… e non solo!
    Cristina

  6. Poesia molto originale giocata anche sul filo dell’ermetismo. Brava Viviana, un abbraccio.
    Roberta


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: