Geometria

Di quell’uomo che potevo essere
io ho paura,
di quel suo cavalcare teoremi
tra i simboli,
tra formule, spigoli, basi e altezze
senza avvertire
di luna maestra pervinca sfera
lassù scolpita
perfetta nel ventre d’avido cielo,
senza sentire
il tiepido fascio terra baciare,
senza guardare
il cono di luce bene addestrato
per arrivare
a disegnare lampare sul mare
dentro la notte
d’insopportabile inverno ostinato,
ala di cera
quando il suo gelo angola il cuore,
prende la mira
ed unica fiamma resta l’amore.

Aurelio Zucchi

The URI to TrackBack this entry is: https://cantierepoesia.wordpress.com/2011/06/16/geometria/trackback/

RSS feed for comments on this post.

6 commentiLascia un commento

  1. Sono d’accordo: quello che fa veramente grande un uomo è il cuore non il cervello. Molto bella.
    kicca

  2. Anche io condivido ;è l’amore che comanda e rende unici e irripetibili.Grazie Aurelio.Tinti

  3. Concordo anche io con kicca e Tinti, bella Rosy

  4. L’amore è alla base di tutto e se nel cuore di una persona ne dimora tanto si è veramente speciali e passano anche le paure
    Patrizia

  5. Lasciar volare il cuore…stupenda poesia che mi fa riflettere e sognare al tempo stesso.

  6. Ps. saluti da Astrofelia , il messaggio era il mio ma non compare il nome.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: