Notte

 
Vorrei essere notte
che scivola calma
penetrando le mura 
e le fredde finestre del borgo
.
Scenderei piano
per chiuderti gli occhi
con il bacio del silenzio
e scacciare draghi e falene
dal teatro dorato dei sogni
.
Allora poserei il mio manto
di calda invisibile seta
a possedere il respiro
del tuo sonno quieto
.
E così
finchè al primo canto degli orti   
non giunga spietata la luce dell’alba
così soltanto allora
tu saresti mia

Fabio Sangiorgio

Published in: on luglio 24, 2011 at 07:50  Comments (6)  
Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Non sa, la barca, risalire il fiume

Non sa, la barca, risalire il fiume.
Nessun vento contrasta la rapida.
Felicità, gonfiavi le mie vele.
Ora smorte ricadono in lamenti.

Ma sarebbero ancora le parole
l’essenziale energia. Quel silenzio
che sempre è il limo fertile del verso,
ora è puro veleno.

MARIA LUISA SPAZIANI

Virtù

 
A Sandrèn
 
Virtù, vetusto vate, vaticini?
Veliero vanamente veleggiato
valore volentieri vagheggiato
vespertino viaggio vacillante.
Vuoi volare? Vai verso vertigini,
vacue vulve villose vociferanti,
vessatori vampiri, virginali vamp,
vessilli vanagloriosi, vascelli vinti,
violenze, vanità, viltà? Vira!
Vai veloce, valica valli, volteggia
vinci vizi virulenti, vagheggia
vaghezze, vini vigorosi, volovàn
voci vereconde, vellica voglie veraci,
varca vestiboli, vesti violetti velluti,
verga vividi versi virtuosi. Vale!

Silvano Rocca

Bisbigli di sale

(Ouverture, suite, èpilogue)

Dolci ricordi
alla mente affannata
portan lamento.
.
Furon tuoi baci di scaglie dorati,
davan chiarore, coprivan le stelle.
Furon tuoi baci granelli di sabbia,
scorrevan tra dita e vento disperse.
Furon tuoi baci ricordi d’allora,
fatti d’inganni, di false illusioni.
Furon tuoi baci frazioni di tempo,
che col suo passare sogni cancella.
Furon tuoi baci, che amari sospiri !
Bisbigli di sale sciolti nel niente.
.
Stelle malate
al mio mondo malato
luce cancellan.

Piero Colonna Romano

Clonazione

Si clona il cuore di una madre,
in mille modi in mille amori,
secondo il momento,
il sentimento, il dolore, la gioia.
Batte forte e rallenta, attraverso la vista, il tatto, l’udito.
Esso cambia ritmo fino ad annullarsi per amore

Gianna Faraon

Published in: on luglio 24, 2011 at 07:07  Comments (4)  
Tags: , , , , , , , , , , , ,

Realismo

“L’unico vero realista è il visionario”

FEDERICO FELLINI

Published in: on luglio 24, 2011 at 06:54  Comments (3)  
Tags: ,