Morte di una stagione

Piovve tutta la notte
sulle memorie dell’estate.
Al buio uscimmo
entro un tuonare lugubre di pietre,
fermi sull’argine reggemmo lanterne
a esplorare il pericolo dei ponti.
All’alba pallidi vedemmo le rondini
sui fili fradice immote
spiare cenni arcani di partenza
e le specchiavano sulla terra
le fontane dai volti disfatti.

ANTONIA POZZI

The URI to TrackBack this entry is: https://cantierepoesia.wordpress.com/2011/09/04/morte-di-una-stagione/trackback/

RSS feed for comments on this post.

4 commentiLascia un commento

  1. L’uso originale di accostamenti di parole la rende speciale.Tinti

  2. Molto particolare, splendida descrizione del finire della stagione
    Patrizia

  3. Sembra anche a me d’aver passato la notte in bianco a controllare il livello dell’acqua. Bella la chiusa.

  4. Molto bella, Rosy


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: