Ora che sale il giorno

Finita è la notte e la luna
si scioglie lenta nel sereno,
tramonta nei canali.

È così vivo settembre in questa terra
di pianura, i prati sono verdi
come nelle valli del sud a primavera.
Ho lasciato i compagni,
ho nascosto il cuore dentro le vecchi mura,
per restare solo a ricordarti.

Come sei più lontana della luna,
ora che sale il giorno
e sulle pietre bette il piede dei cavalli!

SALVATORE QUASIMODO

Non posso scordare dove vanno i gabbiani

C’è chi getta un pezzo d’infinito
in mezzo alla stanza per fare rumore.
C’è chi si pavoneggia con un manto di stelle
 o chi si rimira allo specchio
 con lo scialle d’argento della cometa.

C’è chi s’accontenta di ruscelli e papaveri
e chi ascolta, scrivendo, il canto di uccelli.
C’è poi il respiro del mare,
e lo scoglio avvolto da schiuma
circondato da ancelle con ali bianche 
e la voce sgraziata.

Io no. Non mi accontento.
Non posso scordare dove vanno i gabbiani.
Né ritagliare un po’ di cemento
per asciugare le lacrime.

Lorenzo Poggi

Rimorso

Provò rimorso per aver peccato
di scarso amore verso chi chiedeva
una carezza o d’essere aiutato
ad asciugare stilla che scendeva.

Tentò il riscatto in tempi successivi
andando alla ricerca in ogni dove
d’anime in pena all’ombra degli ulivi
sotto gli ombrelli quando forte piove.

Gustò la gioia dello stare accanto
al mendicante sotto il suo palazzo
e il cappello riempì d’incanto
senza arrecare minimo imbarazzo.

Ma… non bastò a cancellar quel neo
sempre in risalto sulla vecchia pelle
come l’icona di un peggior trofeo
che oggi persiste e anzi si rispecchia.

Aurelio Zucchi

Sapessi

Sapessi che…
Quando ti guardo,
Quando ti parlo
Quando mi guardi,
E stringo le tue mani

Sapessi che….
Quando te ne vai,
dicendomi ci sentiamo.
È come se
un cancello si sovrapponesse
fra noi.

Sapessi la lotta
per non rincorrerti,
per non chiederti
amore,
per poi crogiolarmi
nella speranza
di rivederti

Sapessi che ……..
non potrò mai più
essere così vero così vivo,
amandoti e desiderandoti
fino allo struggimento.
Io ritornerò e tu ancora ci sarai?

Marcello Plavier

Published in: on settembre 6, 2011 at 07:32  Comments (5)  
Tags: , , , , ,

Gli scrigni

“L’uomo e la donna sono due scrigni chiusi a chiave, dei quali uno contiene la chiave dell’altro”

KAREN BLIXEN

Published in: on settembre 6, 2011 at 07:28  Comments (2)  
Tags: , , ,

Guernica di Pablo Picasso

Dietro l’angolo
il grigio uniforme
esplode
nell’immenso boato di guerra.
Fai tuo
l’urlo equino
che muto
paura distorce.
Tra le braccia
di una madre
la morte
ci affascina
e ci agghiaccia.

Anna Maria Guerrieri

Published in: on settembre 6, 2011 at 07:25  Comments (3)  
Tags: , , , , , , , , , ,