Sciami di stelle

Sciami di stelle al debutto
velano la luce della luna
a me
che aspetto solo comete,
a me
che mi ostino a inseguire
le scie del passato,
le chiome dell’oggi,
i traccianti del futuro.

Tardano, i miei astri.
Forse svolazzano,
ubriachi d’inebrianti fantasie
marcite nel cuore d’impaziente poeta.

Del giorno che sta per arrivare,
io non guarderò l’alba
questa volta,
né il carrubo sulla collina.

Questa volta
non mi farò bruciare dal sole.

Schiverò la giostra dell’anima
ma quando arriverò al mare
sarò ancora malato.

Aurelio Zucchi    (2005)

The URI to TrackBack this entry is: https://cantierepoesia.wordpress.com/2011/09/15/sciami-di-stelle/trackback/

RSS feed for comments on this post.

8 commentiLascia un commento

  1. Schiverò la giostra dell’anima ..ma quanto è difficile , Aurelio.Poesia di grande impatto emotivo .Tinti

  2. La giostra dell’anima, molto bella questa immagine, come bambini salirci sopra ai cavallini nella musica di carillon fra le lucine…. forse lì è la guarigione: nel vivere l’emozione… come un’alba di fanciullo: Ma noi siamo adulti e frenati e cerchiamo quello che non c’è, i nostri astri di desideri.
    Molto bella: azzurrabianca

  3. Riflessioni profonde che prendono i colori del cielo d’un poeta , versi suggestivi e meravigliosi .
    astrofelia

  4. Tardano, i miei astri./Forse svolazzano,/ubriachi d’inebrianti fantasie/marcite nel cuore d’impaziente poeta”.
    “Schiverò la giostra dell’anima/ma quando arriverò al mare/sarò ancora malato”.
    Che ci faccio con sciami di stelle al debutto? Io aspetto le mie comete.
    Poesia che è un grido, una speranza, di restare sé stessi.

  5. Il solo titolo mi incanta, la poesia mi toglie il fiato.
    Sandra

  6. Una poesia molto coinvolgente, che si eleva come un grido in cerca della libertà della propria essenza. Bellissima, complimenti
    Patrizia

  7. Difficile trovare le giuste parole per esprimerti la mia ammirazione. Applausi convinti, caro Aurelio. Piero

  8. E’ un’esplosione di emozioni.
    A volte, leggendoti, segnalo una poesia come la più bella, errando. Ogni volta superi te stesso.
    Complimenti.
    Elide


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: