Il linguaggio

“Il linguaggio è la casa dell’essere e nella sua dimora abita l’uomo”

MARTIN  HEIDEGGER

Published in: on settembre 17, 2011 at 07:40  Comments (3)  
Tags: , , ,

Curva la schiena tenue respiro

 
Il mio infinito sussurra caverne
e saluta la morte, curva la schiena,
sguardo svagato e tenue respiro
affannato che si apre il passaggio
tra mille abéti cullati dal vento.

Felicità di nostalgie lontane

e galassie radianti il tuo bel viso
in un tardo meriggio novembrino
unionefiamma in cosmi e cromosomi.

Ora la vita mia muore di gioia:

l’amore Tuo mi offriva l’importanza
di pregare… ma vai senza sapere
dove portar la tua fiorente vita,
ch’era il mio canto: una canzon d’amore.

Torri splendenti speculomunite,

dai lumi tuoi, dolci d’incanti pieni:
mi esprimo con la mente anchilosata
d’eterno maliardo, oltre i princìpi astrali
e ben più oltre il tempo d’universi
nell’ultima pupilla anima quieta
una lacrima…

Paolo Santangelo

Doleo

se vuol dire

m’adddoloro

io, ego dentro

oppure provo afflizione

o sento male al corpo

e al cuore

o quel dolor-doloris

è mio e di tutti

invece appartiene a me sola

si insinua nell’animo dii altri

come foce

o straripa dal letto

di fiume di monte

o vaga nel bosco

a sentire rapaci

e mangia mirtili

per coprire sapore

o…

mai riesci a dirlo

lo passi in onda e

torna d’eco

sul far della sera

ha diversi colori

quelli di chi con te

lo assaggia e lo nutre.

Tinti Baldini

Published in: on settembre 17, 2011 at 07:19  Comments (7)  
Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Sogno arabo

 
Vibrano
le corde
del kanun
e le note
di “Enta Omri”
si diffondono
nel notturno.
Velata
la Luna
s’affaccia
tra il pino
e il cipresso
a guardarti.
Ragazza,
cuore d’oriente
in bagliori
di sguardo,
disegni arabeschi
in movenze
sinuose                       
di mani
mentre
coi fianchi
ondeggi
la gonna amaranto
come onda
dell’erba nel vento.
Io nell’ombra
palpito
con gli occhi
colmi di te.                    

Graziella Cappelli

SULL’AMORE

L’amore non è pretendere, ma dare, è dimenticarsi, ma non dimenticare, è vivere fuori di sé, pur rimanendo in sé, è riservarsi le spine e offrire le rose. L’amore chiede tutto e ha il diritto di farlo.

LUDWIG VAN BEETHOVEN

Published in: on settembre 17, 2011 at 07:07  Comments (3)  

Per te amore mio

POUR TOI MON AMOUR

Je suis allé au marché aux oiseaux
Et j’ai acheté des oiseaux
Pour toi
Mon amour
Je suis allé au marché aux fleurs
Et j’ai acheté des fleurs
Pour toi
Mon amour
Je suis allé au marché à la ferraille
Et j’ai acheté des chaînes
De lourdes chaînes
Pour toi
Mon amour
Et je suis allé au marché aux esclaves
Et je t’ai cherchée
Mais je ne t’ai pas trouvée
Mon amour

 §

Sono andato al mercato degli uccelli

E ho comprato degli uccelli

Per te amore mio.

Sono andato al mercato dei fiori

E ho comprato dei fiori

Per te amore mio.

Sono andato al mercato dei rottami

E ho comprato catene

Pesanti catene

Per te amore mio.

Poi sono andato al mercato degli schiavi

E ti ho cercata

Ma senza trovarti amore mio.

JACQUES PRÉVERT

Published in: on settembre 17, 2011 at 06:56  Comments (4)  
Tags: , , , , , ,

Vorrei un arcobaleno anche per te

 
In questo tempo avaro di giustizia
che non sa coniugare  pane e rose
vorrei che i tuoi occhi impauriti
potessero saziarsi di entrambe le cose  
Spazzare dallo sguardo quel timore
di perdere la vita per bombe e fame
e vedere il giusto gaudio specchiato
per un fiore o un pezzo di pane.  
Accarezzare i sogni tuoi di bimbo
dipingerli di quell’azzurro sereno
che sprona a volare nell’ignoto
per acchiappare il tuo arcobaleno

Elide Colombo

Published in: on settembre 17, 2011 at 06:55  Comments (4)  
Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , ,