Politica

 
 
 
Non ne comprendo il senso
di questo spegnere,
poco a poco,
ogni speranza,
di questo continuo strazio
di scuse mediocri
di questo nauseante
imboccarci di parole
e di frasi tutte uguali
come è uguale
a sé stessa l’aria
che spiri leggera
verso la valle
o soffi impetuosa
dal mare.
Lasciate piuttosto
che tutto perisca
che il mondo bruci
che sia purificazione
che sia giustizia.

Gian Luca Sechi

Published in: on ottobre 18, 2011 at 07:38  Comments (4)  
Tags: , , , , , , , , , , , , ,

Stelle cadenti

Stelle
escono dal cielo
tingono la notte
degli amanti
di illusioni…
tendono le mani
prestano favori
ad ogni passo
perché l’amore è amore
non laccio vecchio
imposto di legami…
nei reconditi spazi
delle segrete stanze
colano i desideri…
cuori appartati
sostano all’aperto
guardano il cielo
tesi
ad aspettare
una stella cadente.

Giuseppe Stracuzzi

Published in: on ottobre 18, 2011 at 07:35  Comments (10)  
Tags: , , , , , , , , , , , , , ,

Un giorno ti porterò

Un giorno ti porterò
sulla cima di un monte altissimo
tra nuvole di sole
ti bagnerò di pioggia di vita
lasciandoti asciugare piano
al calore dell’amore
Un giorno ti porterò
su una barca di lago
narrandoti storie
di antiche lotte
finite per mano
di regina Natura
Un giorno ti porterò
a conoscere i misteri
dell’animo umano
di uomini puri e veri
capaci di costruire soltanto
senza distruggere quello che trovano
Un giorno ti porterò
su un’isola di fiaba
dove non ci sarà bisogno
di calpestare i sogni
che sono il fondamento della vita
Un giorno ti porterò
in terre inesplorate
senza dover far finta
di essere quel che non sono
per vivere nella serenità
insieme a te.

Sandro Orlandi

Già la pioggia è con noi

Già la pioggia è con noi,
scuote l’aria silenziosa.
Le rondini sfiorano le acque spente
presso i laghetti lombardi,
volano come gabbiani sui piccoli pesci;
il fieno odora oltre i recinti degli orti.

Ancora un anno è bruciato,
senza un lamento, senza un grido
levato a vincere d’improvviso un giorno.

SALVATORE QUASIMODO

Medesima conclusione

Signore!

Sono stanco e sconfortato
della vita che mi hai dato,
i problemi sono tanti,
e le ingiustizie altrettante

Da buon capofamiglia
faccio tutto per i figli,
impegnato a lavorare
per poterli soddisfare,
ma la crisi generale
ha buttato tutto all’aria

La domanda che ora pongo
nel sistema che è quello attuale:
le bollette della luce, del metano
e delle varie erogazioni
potrebbe esser possibile estinguerle
…profferendo le orazioni ?

E, laddove questa richiesta
non potesse esser accolta …
qual è allora l’alternativa allo sconforto
in mancanza di stipendio…
o dell’introito previsto ?

Credo d’aver capito …
in assenza di risposta
le possibili soluzioni :

quella di mettersi una corda al collo,
e darsi uno strattone,
oppur uscir di senno…
che è la medesima conclusione

Ciro Germano