Ambra

Un oleandro esploso è la bocca del poeta
argilla fatta polvere e acqua,
sangue vivo,
nell’inguine che chiude all’amante addormentata.
Le cui fattezze scindono in lui natura madre
pugnale nella mano malferma
getto d’ombra
tra le roventi strade di Porto, od Alicante.
Dietro le tende a stecco di faggio
in un cortile, dove due palme
tendono reti color rame
e il petto suo è un pennello di luce
ambra, chiara.

Massimo Botturi

The URI to TrackBack this entry is: https://cantierepoesia.wordpress.com/2011/10/27/ambra/trackback/

RSS feed for comments on this post.

3 commentiLascia un commento

  1. ..e il petto suo è un pennello di luce…che dire?Grazie Massimo.Tinti

  2. “un oleandro esploso è la bocca del poeta
    argilla fatta polvere e acqua,
    sangue vivo,”

    versi che fanno sognare per definire il poeta… anch’io dico; grazie e bravo come sempre, ciao
    aurelia

  3. Fortemente incantata da tanta bellezza, parole molto emozionanti, che hanno la capacità di far sognare e che definiscono il poeta in maniera veramente sublime. Complimenti Massimo
    Pat


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: