Prudore

 
Sospetto
d’aver il sospetto.
Sospetto
un sospetto.
Io so
che tu sai
che io so.
E sai
com’ io so.
Perplesso
di molto perplesso,
domando facendo
domande.
Risposte
non sono appaganti,
t’attacchi su specchi
cadendo.
E resta
un fastidio insistente.
In mezzo, 
là proprio,
alla fronte.

Piero Colonna Romano

Published in: on ottobre 28, 2011 at 07:30  Comments (5)  
Tags: , , , , ,

The URI to TrackBack this entry is: https://cantierepoesia.wordpress.com/2011/10/28/prudore/trackback/

RSS feed for comments on this post.

5 commentiLascia un commento

  1. E’ proprio così ,un tarlo che insidia.Magistralmente l’hai detto ,PPietro.Tinti

  2. Un sospetto che non da sicuramente tregua. Complimenti per come hai espresso questo “prudore”
    Patrizia

  3. Bravo! riesci a dare un tono elegante e ironico…
    mi é molto piaciuta.
    Giuseppe

  4. Che originale, ironica, insolito argomento. piciuta davvero.
    Sandra

  5. Ringrazio Tinti, Patrizia, Sandra e Giuseppe per l’attenzione ed i complimenti rivoltimi. Per chiarimento dichiaro che la poesia in questione è pura teoria. Almeno spero…


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: