Le mie mani odorano

 
Le mie mani odorano
ancora di verde
di pomodori e giuggiole.
Sono stati qui
con la loro rotondità
nel convesso del palmo
che trova la misura
giusta per ciascuno:
il grande, il piccolo
la manciata.
Sono stata china
il volto verso terra
a cercarne fra il verde odoroso
gli ultimi rossi e sodi.
Ho teso le braccia verso l’alto
nelle fronde colme di verde
e ruggine allungandomi.
Prendimi terra
Prendimi cielo
Sono vostra
questa è oggi la mia
religione da ginnasta.

azzurrabianca

The URI to TrackBack this entry is: https://cantierepoesia.wordpress.com/2011/11/12/le-mie-mani-odorano/trackback/

RSS feed for comments on this post.

4 commentiLascia un commento

  1. Gesti spontanei sbocciano in versi di poesia bellissima. ciao Ale. Rosy

  2. “Prendimi terra
    Prendimi cielo
    Sono vostra”
    Questi tre meravigliosi versi riassumono tutta la poesia.
    ciao Giuseppe

  3. Azzurrabianca ha scelto di fare ginnastica. Ha scelto pomodori e giuggiole da raccogliere. L’importante è farlo in modo alternato. Ogni volta che si china ringrazia la terra, ogni volta che alza le braccia per arrivare alle giuggiole ringrazia il cielo.

  4. Che meraviglia, è un donarsi anima e corpo alla bellezza della natura.
    Ciao, Patrizia


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: