Insegnami

Insegnami
come posso fuggire
ai mille occhi di te
che mi cercano e mi trovano
nel gesto più folle delle mie braccia
chiuse
nel centimetro più angusto di me.
Insegnami come posso far tacere
il silenzio delle mie mani
che non piovono d’inchiostro
il bianco foglio
che più non danzano la pioggia
sulle punte
nè gli arcobaleni del dopo
sulle tue labbra.
Insegnami come sopravvivere
a questo groviglio di anime
che amo e odio
e mi odio perchè l’amo
quando la sera cala sulle parole
e in dono ti porta il mio tormento.

Anileda Xeka

The URI to TrackBack this entry is: https://cantierepoesia.wordpress.com/2011/11/20/insegnami/trackback/

RSS feed for comments on this post.

4 commentiLascia un commento

  1. Versi amari e dolci ad un tempo intrisi di domande e preghiere,di forza e tormento.Bravissima Ani.Tinti

  2. L’amore é una forza troppo grande, e incontrollabile.
    Una poesia bella e piena di forza espressiva.
    ciao
    Giuseppe

  3. Parole che rimbombono oltrea “questo groviglio di anime
    che amo e odio” molto bella. Rosy

  4. Non si può controllare l’amore, anche quando si creano grandi grovigli.
    Bellissima
    Patrizia


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: