Scenario plumbeo

(riflettendo sul tragico fatto di sangue a Firenze )

Nuvole fitte, adirate
coprenti ogni spiraglio di sereno
così il cielo stamani accompagna
il cordoglio dello scempio
in una città che mostra
un giglio rosso listato a lutto
piangono i cittadini tutti
uniti in ferma condanna
per un gesto di lucida follia
frutto del germe xenofobo
dell’odio razziale.
Firenze ha un cuore grande
color arcobaleno
lo sento palpitare
lo vivo ogni giorno
ma un gesto così premeditato
e feroce colpisce
in pieno petto più di una fucilata
senza una possibile ragione,
indietro non si torna
due vite sono spezzate,
s’ammanta di dolore
e di commossa solidarietà
la via dell’integrazione;
se il seme della discordia impera
se si addita il diverso come nemico
ecco che ritorna lo spettro del razzismo
ad oscurare la mente, ad armare di morte la mano
a fare di un esaltato estremista “esecrabile eroe”.
Resto in silenzio adesso
mi stringo ai fratelli senegalesi
in solidale, muto pianto
che oggi è un giorno di vergogna
per l’umanità tutta.

Roberta Bagnoli

The URI to TrackBack this entry is: https://cantierepoesia.wordpress.com/2011/12/16/scenario-plumbeo/trackback/

RSS feed for comments on this post.

17 commentiLascia un commento

  1. Cara Roberta,
    ciò che hai descritto nella poesia è esecrabilmente vero. Si spera sempre che siano fatti isolati, ché,
    da parte mia, il razzismo è di chi lo manifesta. Atto
    d’inciviltà che va perseguito e giustamente punito.
    Ku Klux Klan in Italia, l’ultima follia…
    Ciao Paolo.

    • Caro Paolo grazie di cuore per la tua sentita condivisione, anch’io voglio sperare che sia un gesto isolato, purtroppo ancora cova la serpe del razzismo.
      Un abbraccio di cuore.
      Roberta

  2. Cara Roberta,
    un fatto che sconvolge e che ha mietuto vittime innocenti.
    Un pazzo o c’è dietro molto di più?
    Ci stringiamo nel dolore che colpisce l’intera società.
    Una toccante poesia.

    Maristella

    • Sì cara Maristella è un fatto che sconvolge e deve farci riflettere tutti, purtroppo ci sono troppi cattivi esempi, troppa disgregazione intorno e incitamento alla disunità. Un caro abbraccio.
      Roberta

  3. Non ho parole per quel fatto successo, la tua commovente poesia lo mette profondamente in risalto… grazie Roberta
    buon pomeriggio a te e agli amici del Cantiere.
    aurelia

    • Grazie cara Aurelia per la tua condivisione, c’è molto ancora da “lavorare” in questo paese per giungere alla
      pacificazione. Un caro abbraccio.
      Roberta

  4. Vorrei dire solo che non dovremmo meravigliarci tanto quando vediamo nei nostri connazionali questa che chiamiamo follia razzista,nemmeno dovremmo permettere che politici di questa nazione parlino di parlamento padano ed altre amenità simili.se non accettimo noi stessi con le nostre diversità regionali che sono un pregi da difendere insieme all’unità del paese,poi non ci meravigliamo se un folle spara,offendendo non solo la gente che ha ucciso ,ma anche noi,e quelli che pur attraversati dalla follia,non uccidono nessuno.a volte quello della follia è un alibi troppo semplice.
    Roberta sei GRANDE!!!

    • Carissima Maria concordo con la tua perfetta disamina, hai ragione dobbiamo stare attenti, ognuno raccoglie ciò che semina e questi purtroppo sono gli amari frutti.
      Grazie di cuore, un forte abbraccio.
      Roberta

  5. questa è la tragica raccolta dell’odio seminato, solidarietà piena a tutti gli sfruttati

    un abbraccio Roberta

    • Hai pienamente ragione è quello che sostengo anch’io.
      Grazie caro Massimo, un abbraccio di cuore anche a te.
      Roberta

  6. Hai toccato un tasto che scuote la sensibilità di tutti…
    esistono ancora e purtroppo esisteranno sempre odiosi razzisti accecati dall’odio che seminano odio.
    Si rimane senza parole davanti a certi mostruosi episodi.
    Ciao Roberta…
    Giuseppe

    • Sì caro Giuseppe persone che credono nei veri valori, come noi ” amici sognatori” non possono che rimanere sconvolti ed…impotenti, purtroppo.
      Grazie di cuore caro Giuseppe, un caro abbraccio.
      Roberta

  7. Mia cara,come già ho scirtto sui tuoi blog,sento attorno nell’aria qualcosa di pericoloso ,dall’assalto ai campi Rom qui al Nord a Firenze ,ai padani fuori …la paura e l’odio aliementati a forza negli ultimi tempi hanno portato ad un clima di sopraffazione arrogante..devastante direi.Che fare ,almeno indignarsi e dare altri modelli ai ragazzi.Grazie Roberta ,sempre.
    Tinti

  8. Cara Roberta, rimango sempre stupita davanti a certi avvenimenti. ne sono già avvenuti tanti che si vorrebbe pensare che adesso basta… che una riflessione globale possa cambiare il mondo. annichilita in questi giorni in cui diversi si sono susseguiti. non mi riesce di credere che possano avvenire certe cose. eppure i segni attorno ci sono. l’intolleranza e l’egoismo anche in dimensioni più piccole dovrebbero allarmarci.
    la pace che sognamo, l’amore fra le persone nemmeno vicino a Natale si sente
    un caro saluto azzurrabianca

  9. Cara Roberta, condivido con tutti gli altri.
    Viviamo un tempo tetro e pericoloso.
    Graziella

  10. Grande Roberta, la tua è una poesia che fa riflettere e che dovrebbero leggere tutti
    Patrizia

  11. Sono con te Roberta. ti abbraccio Rosy


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: