Caro papà i limoni

 
Caro papà i limoni
non fanno più la schiuma
quando li metto nel tè
e ci metto lo zucchero
come facevi te tutte le mattine
per noi che ci alzavamo dopo
.
non so dove sei te com’è
qua han cambiato tutto
.
il grano non fa più la semente
perché bisogna andare a comperarla
mica puoi lasciar fare alla natura
bisogna pagarla c’è il commercio di tutto
ma questo già lo sapevi da quando
piangevi per i camion di arance
rovesciati in discarica il raccolto distrutto
“con tutta la gente che muore
di fame” dicevi “in psevan brisa
derla a laur invezi ed cazerla vì!”
.
caro papà la Marisina dove lavora c’era crisi
per fortuna una ditta del nord ha comprato tutto
così lei lavora ancora
caro papà la Marisina è stanca lavora doppio
e la pensione l’han spostata chissà a quando
io aspetto tutti i giorni se mi chiamano
a scuola non ho più l’incarico tutto l’anno
la mamma sta bene lo sai credo che la vedi
anche i gemelli tutto bene
e ci vogliamo tutti in fondo sempre bene
.
caro papà dove sei tu com’è? C’è il Paradiso?
un mondo migliore almeno là!
Buon Natale papà!

azzurrabianca

The URI to TrackBack this entry is: https://cantierepoesia.wordpress.com/2011/12/26/caro-papa-i-limoni/trackback/

RSS feed for comments on this post.

10 commentiLascia un commento

  1. Sembra una canzone di Iannacci ,così vera ,autentica , da assorbire col tè.Grazie .Tinti

    • carissima, l’ho scritta il mattino dopo, facendo colazione. La sera avevo visto per tv la trasmissione dedicata a Jannacci, l’ho scritta in quello spirito, sono felice che tu l’abbia colto. un abbraccio. azzurrabianca

    • cara Tinti, ho ascoltato molto Iannacci, può essere che mi abbia influenzata nel leggere la vita. ciao cara

  2. Un meraviglioso dialogo con papà, che, sono sicura, partecipa.
    Sandra

  3. Cara Azzurrina, certo che tuo papà ti vede, ti ama, ti protegge. Ora è con l’altro Papà. Di Tutto.
    Credo che tu sia una delle poche a dedicare un Buon Natale al tuo papà. In questo mondo sfrenato e senza
    cuore (poco). La tua poesia è splendida, piena d’affetto rimpianto e commozione soprattutto quando,
    con innocenza genuina, descrivi il diario del vivere
    comune. Il Paradiso c’è l’ho visto.
    Con affetto, Paolo.

    • P.S. E’ vero ho registrato Enzo Jannacci mentre
      eseguiva “Parlare con i limoni”. Tutto è buono per essere motivo d’ispirazione!

  4. Commovente molto, Piena di nostalgia e sentimento. E questo drammatico confronto tra ciò che era e ciò che non è più, con grande rimpianto per sicurezze perdute. Quelle di una società ormai in disfacimento e quella di una saggia mano scomparsa. Da applausi. Bravissima Azzurabianca. Piero

  5. Cara Azzurrabianca la tua poesia si può leggere col cuore.
    un abbraccio
    Giuseppe

  6. Un mondo di affetto in questo augurio al tuo papà che ora ti segue da lassù
    Un abbraccio, Pat

  7. grazie a tutti del vostro affetto e vicinanza. azzurrabianca


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: