Filamenti

Stringe il sorriso
dietro le grate di ferro
come l’urlo di un bambino
in poco spazio.
Perché si sa che i bimbi
ne hanno bisogno
e molto,
per non sentirsi prigionieri
in erba.
Le gabbie degli adulti
non hanno fondamento
a volte,
e sopprimono le voci
degli impulsi,
a freddo.
Così si strozza
il gusto
sullo smalto bianco,
ogni volata un fermo:

e si filano fibre sottobanco.

Beatrice Zanini

The URI to TrackBack this entry is: https://cantierepoesia.wordpress.com/2012/01/05/filamenti/trackback/

RSS feed for comments on this post.

3 commentiLascia un commento

  1. …e si filano fibre sottobanco:ecco Bea e il suo cuore grande e profondo.Ciao ,ovunque sei.Tinti

  2. ovunque sei bella tra le belle sempre…

  3. Dolcissime e splendida Beatrice, che grande cuore
    Ciao, ovunque tu sia
    Pat


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: