Deh, Vïoletta, che in ombra d’Amore

Deh, Vïoletta, che in ombra d’Amore
ne gli occhi miei sì subito apparisti,
aggi pietà del cor che tu feristi,
che spera in te e disïando more.
Tu, Vïoletta, in forma più che umana,
foco mettesti dentro in la mia mente
col tuo piacer ch’io vidi;
poi con atto di spirito cocente
creasti speme, che in parte mi sana
là dove tu mi ridi.
Deh, non guardare perché a lei mi fidi,
ma drizza li occhi al gran disio che m’arde,
ché mille donne già per esser tarde
sentiron pena de l’altrui dolore.

DANTE ALIGHIERI

The URI to TrackBack this entry is: https://cantierepoesia.wordpress.com/2012/01/07/deh-violetta-che-in-ombra-damore/trackback/

RSS feed for comments on this post.

4 commentiLascia un commento

  1. …drizza gli occhi al grand disio che m’arde…maraviglia!tinti

  2. Dante riesce sempre a captare moti dell’ anima che sono attuali.
    Giuseppe

  3. Un Dante carnale sapeva (e come!) che la donna non era soltanto angelicato desiderio. Violetta e Beatrice, il corpo e l’anima. Piero

  4. Il fuoco e la passione in Dante uomo e non solo poeta


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: