Violenza

Passi tra le case illuminate
Solo la tua è al buio
Inserisci la chiave nella toppa
Due mani ti afferrano
Altre ti tappano la bocca
Altre ti posseggono
Penetrano in te con violenza bestiale
Ti strappano tutto
Anche l’anima
Stringono il tuo bianco collo
La gola è chiusa dal dolore
A nulla servono quelle luci
Loro non odono il tuo richiamo
La tua disperazione
Giaci là con nulla di ciò che possedevi
Ti hanno strappato la tua purezza
Essa giace la sotto la tua gonna tra sangue e fango
Con essa ti hanno rubato la vita

Gianna Faraon

Published in: on gennaio 9, 2012 at 07:08  Comments (6)  
Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

The URI to TrackBack this entry is: https://cantierepoesia.wordpress.com/2012/01/09/violenza/trackback/

RSS feed for comments on this post.

6 commentiLascia un commento

  1. Scena agghiacciante. Molto ben descritta. Brava!

  2. Senza parole !Chapeau!tinti

  3. Sono queste le cose che mi fanno vergognare di essere un uomo ma soprattutto un maschio.

  4. È un delitto mostruoso, animato dall’istinto animalesco, che ha come movente la crudeltà e la libidine, ovvero la pazzia.
    “Ti strappano tutto
    Anche l’anima”
    straziante la descrizione
    Giuseppe

  5. Non volevo commentare, perchè tutto ciò mi addolora, una triste realtà. ciao Rosy

  6. Con essa ti hanno rubato la vita… agghiacciante verità che lascia attoniti.
    Patrizia


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: