Venti di me

 
 
Venti di me!!
Venti pargoli e di spade,
alzatevi sul miraggio,
portatemi fino alla pelle
del respiro.
.
Ho solo un cestino
di questi petali assenti,
solo un miglio
che sa cantarne il volo
e ne conosce le virgole.
.
Mi spettino volentieri
se il sole è forte,
chissà se la carezza
mi verrà a mondare
e mi chiamerà grano !!
.
Venti di me, venti di vespro
e giunchi chini
e felci maestrali
sulla terra nera.
Portatemi alla mano
i brividi scartati
dalla noia.
Ne farò profili
che solo i ciechi
guardano.

Stefano Lovecchio

The URI to TrackBack this entry is: https://cantierepoesia.wordpress.com/2012/02/06/venti-di-me/trackback/

RSS feed for comments on this post.

5 commentiLascia un commento

  1. complimenti per la poesia, un bellissimo incanto, emozione, grazie
    aurelia

  2. La chiusa dà talmente tante chiavi di lettura da perdersi.Bravo!tinti

  3. Bellissima poesia, concordo con Tinti, trovo la chiusa davvero efficace e molto profonda. Grazie e complimenti.
    Roberta

  4. Splendida!!!!!
    Graziella

  5. Bellissima poesia
    Complimenti, Patrizia


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: