Anima?

 
E’ quel respiro
di gioia squillo
dinnanzi a Cezanne
o nodo alla gola
stretto come
papillon
quando vedi
dolore
o lo senti
sgranellare semi
dentro le vene
oppure
sparisce
quando la noia
ti prende soporosa
e smantella progetti
è sipario d’altro
che nascondi
in frenetica scena
oppure t’accompagna
quatta quatta
e ti spia?

Tinti Baldini

Published in: on febbraio 18, 2012 at 07:42  Comments (23)  
Tags: , , , , , , , , , , , , ,

The URI to TrackBack this entry is: https://cantierepoesia.wordpress.com/2012/02/18/anima-3/trackback/

RSS feed for comments on this post.

23 commentiLascia un commento

  1. Allora Tintina, abbiamo cominciato a decidere di porci delle domande. Quelle che ci facciamo tutti. C’è chi trova le risposte e chi non le troverà mai.
    Certo che un vero ateo può negare, nega l’esistenza dell’anima: pappa, cacca e nanna (funzioni biologiche); tristezza, gioia, dolore, (funzioni psichiche).
    Io asserisco che dopo la morte fisica, torniamo là dov’eravamo prima di nascere, rinfresco la memoria in chi non se lo ricorda: la parte eterea di noi si riunisce con il Primo etereo Creatore di tutti gli universi: Luce fuori la luce.
    Tutti gli esseri viventi sono pregni di Lui: traete le vostre conclusioni.
    Questo il mio credo: non tutte piccole religioni, in questo granello di pianeta, ma la Religione Universale. Inutile spiegarvi chi si riunisce subito, chi dopo, chi mai!

    ***********************************
    Infine, per i più lenti, l’anima esiste: ne abbiamo le prove.
    A dirlo questa volta non sono teologi, ma due eminenti medici britannici che per un anno hanno analizzato, da un punto di vista strettamente scientifico, i casi di pazienti sopravvissuti ad arresti cardiaci.

    Peter Fenwick, neuropsichiatria all’Istituto di Psichiatria di Londra, e Sam Parnia, ricercatore clinico presso l’ospedale di Southampton, in uno studio che sarà pubblicato dalla rivista medica “Resuscitation” ipotizzano che la mente sia indipendente dal cervello e quindi la coscienza, cioè l’anima, continui a vivere dopo la morte cerebrale. Durante l’anno in cui hanno condotto lo studio, al General Hospital di Southampton sono sopravvissuti 63 pazienti ad arresto cardiaco. Fenwick e Parnia li hanno intervistati tutti entro una settimana dall’evento. Di questi 56 non avevano memoria del tempo in cui erano rimasti privi di conoscenza.

    Dei sette che hanno dichiarato di ricordare qualcosa, solo quattro hanno superato la così detta scala Grayson, un criterio medico per valutare le esperienze di “quasi morte”. Tutti e quattro hanno raccontato di sensazioni di pace e gioia, di tempo accelerato, di perdita di percezione del corpo, di una luce brillante e dell’ingresso in un altro mondo. Tre di loro si sono definiti anglicani non praticanti, il quarto cattolico.

    Potrei continuare all’infinito, ma non ne ho più voglia.

    Chi volesse pormi delle domande la mia mail è paologelo@gmail.com

    Pertanto non siamo computers di carne . Chi vuole intendere, intenda.

    Paolo.

    • P.S.
      la vita è un soffio, la morte è la Vita…

      • Grazie sempre Paolo.
        Tinti

  2. Antica domanda quindi, posta con bella poesia, ed è anche un invito a riflettere sull’origine delle nostre emozioni. Brava, sensibile e profonda Tinti. Piero

    • Sì spero sia questo anche ,grazie Piero
      tinti

  3. “Anima?” Uno splendido dibattito, in poesia occupa molto spazio. grazie per la riflessione Tinti, Rosy

    • Grazie.tinti

  4. è tutto questo, e molto altro

    • Talmente tanto altro da soffocare a dirlo…ciao caro.Tinti

  5. Grande Tinti!
    Bravissima!
    Un abbraccio

    Maristella

    • Troppo buona.Tinti

  6. Cuore mio,ma la tua vita ,il tuo dolore,il tuo poetare il tuo amore per tutti,il tuo essere femmina fino in fondo ,madre dolorosa ma che non si mostra tale,il tuo amore per me così povera cosa di fronte all’immensità dell’essere umano,non sono dimostrazione dell’esistenza della tua anima e quindi dell’anima in generale.?

    • Forse ma quell’anima va per suo conto e a volta mi pare non sia parte di me …grazie cuore.Tinti

  7. E” tutto quello che hai detto tu in modo mirabile.
    Sandra

  8. Cara Tinti, mi associo al commento di Sandra.
    Grazie della dolcezza
    Graziella

  9. Tintina, questa poesia sull’anima mi fa pensare che tu sia immortale: pensieri così alti -e bassi- non sono possibili altro che da te. Ciaosandrén

  10. Grazie a tutti ancora ,a Sandra,Sandren,Graziella che cercate con me di rispondervi…tinti

  11. Domanda alla quale penso che nessuno sia immune, l’eterno dilemma di tanti. Io ci credo, per me esiste ed è parte di noi finché siamo vivi, poi continua senza il nostro corpo.
    Molto bella Tinti, invita ad ulteriori riflessioni
    Grazie, Patrizia

    • Grazie cara.tinti

  12. Cara Tinti,
    molto profonda
    Anima é tutto la dolcezza, il dolore e anche la tua poesia
    Giuseppe

    • Anima è tutto …ciao
      tinti

  13. Ciao Anima Bella! Io credo che non bastino le reazioni chimiche a spiegare tutto questo “guazzabuglio” che chiamiamo anima……
    Grazie Tinti meno male che esisti!
    kicca

    • Ciao kicca e grazie ,parole dolcisssime…tinti


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: