Neve

A lungo ti ho attesa
-infantile desiderio-
a rallegrare il deserto.
Ti hanno cercato passi annoiati,
occhi ridondanti di grigio,
nostalgie di rimembrate gioie.
Ti doni nell’ora di mancato entusiasmo.
Osservo estranea rami piegarsi,
sciami di lucciole nel cono fioco dei lampioni,
gatti che già miagolavano amore
raggomitolati al riparo.
Spargo briciole sul davanzale,
domani vedrò impronte di piccole zampe
che hanno vinto la fame.

Elide Colombo

The URI to TrackBack this entry is: https://cantierepoesia.wordpress.com/2012/02/27/neve-4/trackback/

RSS feed for comments on this post.

8 commentiLascia un commento

  1. “Ti doni nell’ora di mancato entusiasmo.” Cara Elide,
    sembra che oggi la neve, tanto attesa una volta, ti
    sia indifferente: non ti ammalia più. La osservi come
    sciame di lucciole nella luce fioca… Ami i nostri
    condòmini animali: gatti raggomitolati al riparo,
    passeri, che grazie a te, si sono sfamati.
    Inutile dire che, anche questa volta, splendidamente hai superato te stessa.
    Un abbraccio, Paolo.

  2. E’ come trovarsi in un mondo tanto desiderato ma non provare più lo stesso entusiasmo, come se tutto si fosse assopito in attesa di un risveglio, ma non certamente l’amore per gli animali e qui c’è la dolcezza del gesto di chi sparge briciole per gli uccellini che faticherebbero a nutrirsi.
    Una bellissima poesia, anche se la sento intrisa di tristezza.
    Un caro saluto, Patrizia

  3. è davvero un mondo a parte, nei giorni della neve, quello che viene. anche se non c’è più l’entusiasmo di una volta, ce n’è in noi il ricordo, così lo sento in te. anche in quella tua estraneità c’è un vivere e un cogliere e un darsi. forse malinconico. il gatto dorme, l’uccellino non si vede, ma se ne avverte la presenza nel tuo gesto di briciole, nelle tracce che troverai, ed in questo è la vita, nel tuo gesto, nel dono.
    non sei estranea. un abbraccio azzurabianca

  4. contiene immagini molto belle:
    “sciami di lucciole nel cono fioco dei lampioni,”
    la chiusura é molto delicata :
    “domani vedrò impronte di piccole zampe
    che hanno vinto la fame.”
    Giuseppe

  5. Evoca dolci immagini in atmosfera ovattata ,melanconica,come io amo.Tinti

  6. Splendidamente intima in dolce malinconia.
    Graziella

  7. Sempre ultima… un po come quell’uccellino “domani vedrò impronte di piccole zampe” ma sempre (anche in ritardo) vi leggo. dolcissima e bellissima Elide, ciao Rosy

  8. Grazie amici, le parole delle vostri commenti mi legano a voi con un’amicizia che sento confortante e sincera.
    Un abbraccio a tutti.
    Elide


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: