CIAO LUCIO (4 marzo 2012)

 
 
Tanti che piangono al tuo fianco oggi ce n’è
tutti riuniti in Piazza Grande…
.
Lucio dove vai?
Non puoi volare tra le stelle
mentre qui il sole ti sorride , sai?
Lo senti, è quasi primavera ormai.
.
Lucio non te ne andare!
Ora tu sai com’è profondo il mare?
Vedi i pesci volare?
Ora tu sai dove finisce il cielo
e dove si è fermato il tuo futuro?
Già voli via rapito dal mistero.
.
Cantano i portici: “Un uomo come me
                               s’allontana di sera
                               credeva fosse inverno
                               e invece è primavera”
.
Prima che sfumi l’ultima canzone
Lucio, dì che hai scherzato
per regalarci ancora un’emozione!

 Viviana Santandrea

In eguale misura

Di giorno
spensierato
dimentico

e allieto l’anima

di notte
amareggiato
ricordo

e tormento l’anima

Pierluigi Ciolini

Published in: on marzo 6, 2012 at 07:44  Comments (5)  
Tags: , , ,

Il dubbio

Oppresso
dall’ansia
l’antico timore
stringe la gola,
e soffoca
nella morsa
la voce

La ragione
vacilla
è dà corpo…
all’umano dubbio
del donarsi
dell’amante

Tormentata…
la mente indecisa
non dà soluzioni

Il nobile amore
osteggiato, deriso
dall’arcano…
vile pensiero

Ciro Germano

Published in: on marzo 6, 2012 at 07:30  Comments (3)  
Tags: , , , , , , , , , , ,

Scorciatoia per aprile

Al posto della neve il ramo nudo
fiordiciliegio gemme
tradite dal rossore
aria che intiepidisce intorno
età di precipizi e di solstizi
essere al dunque

portami al petto almeno un suono
che insinui la certezza del momento
io viva
intorno un surrogato di passione
dura
quanto un post it
sul vetro della fuga
è un patto d’alleanza

scruta la scritta sulle mani
azzurrità d’amore in altro modo
leggi
la vita trattenuta dall’inverno

Cristina Bove

Sventura al calunniatore acerbo

The Goldman Sachs Building – New York

§

Sventura al calunniatore acerbo

che ha accumulato una fortuna

e l’ha contata e ricontata

e pensa che la sua fortuna

l’abbia reso immortale.

IL CORANO       (dalla Sura sui calunniatori)

Published in: on marzo 6, 2012 at 06:52  Comments (2)  
Tags: , ,

Colazione in giardino

GIUSEPPE DE NITTIS – 1883

Published in: on marzo 6, 2012 at 06:50  Comments (2)  
Tags: ,

Monte dei pegni

Si lasciano i ricordi
l’oro che segnava momenti di vita

la tristezza nello sguardo
sul bilancino a pesare la vita
a contare il denaro

consunto dal pianto
di orgoglio ferito
la dignità perduta

una lama
a tagliare il pensiero

Maristella Angeli

Published in: on marzo 6, 2012 at 06:50  Comments (13)  
Tags: , , , , , , , , , , ,